Sport

Belgio, Vanden Borre fuori di testa: grida "Bomba!" all'aeroporto di Zaventem

Belgio, Vanden Borre fuori di testa: grida

Presentatosi in ritardo all'imbarco per il suo volo diretto a Creta, l'ex nazionale belga è stato bloccato dal personale, che gli ha impedito l'imbarco.

Alla fine il calciatore belga se l'è cavata senza nemmeno essere denunciato, forse anche per la sua posizione. Ma questa volta non si trattava di un attentato, bensì di un attimo di ira e follia da parte del calciatore belga Anthony Vanden Borre, difensore dell'Anderlecht. Secondo quanto riportato da "Laatste Nieuws", Vanden Borre avrebbe minacciato il personale aeroportuale e gridato "bomba" generando scompiglio nella sala partenze. "Mi comprerò un aereo tutto mio, così non dovrò prendere ordine da voi", avrebbe inoltre aggiunto l'attuale giocatore dell'Anderlecht.

LA SMENTITA DELL'ENTOURAGE - Come scrive dhnet.be, l'entourage ha confermato il litigio ma ha smentito l'urlo "bomba": "Anthony non ha minacciato nessuno era un po' sconvolto, ma ha preso l'aereo successivo". Successivamente è intervenuta anche la polizia: "Quando sono arrivati la situazione era già tranquilla".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato