Finanza

Brexit, tracollo delle Borse: Milano perde il 12 per cento

Brexit, tracollo delle Borse: Milano perde il 12 per cento”

Mercati europei nel panico per la Brexit. Le Borse occidentali e asiatiche sono piombate tutte in territorio... Inoltre, prima di dimettersi, il ministro ha voluto rasserenare anche i cittadini europei che vivono in Gran Bretagna e quelli inglesi che risiedono in Europa, dicendo loro che: "non ci saranno cambiamenti immediati".

Balza lo spread BTp/Bund, rendimento del decennale tedesco in negativo Balza sopra i 190 punti base lo spread BTp/Bund all'apertura del mercato secondario europeo sull'onda della Brexit per poi ripiegare sotto i 170 punti. I futures sull'Eurostoxx 50 indicano un calo dell'11,39%. In avvio a Milano solo il titolo Recordati riesce a fare prezzo e perde oltre il 9%.

La Brexit provoca anche il crollo della sterlina, che nel corso dello spoglio man mano che si affermava il 'leave' dall'Unione europea, è arrivata a perdere il 10% sul dollaro, raggiungendo quota 1,33.

Parigi cede il 7,9 per cento, Francoforte il 6,7, Madrid perde il 12,2. Le quotazioni del bene rifugio per eccellenza salgono dell'1,4% a 1.247,17 dollari l'oncia. Intanto il petrolio è in calo e cede oltre il 6% a 47 dollari per il barile Wti mentre il Brent perde poco meno (il 5,95%) a 47,88 dollari. Dal canto suo la Banca d'Inghilterra ha annunciato che intraprenderà "tutti i passi necessari" ad assicurare la stabilità monetaria ed economica del Paese. A poco sono valse le dichiarazioni del governatore della Bank of England Mark Carney secondo cui l'istituto non esiterà a prendere misure addizionali ed è pronto a fornire extra fondi per 250 miliardi di sterline. Immediata la reazione dei mercati, con i listini asiatici in profondo rosso. In sostanza, dichiara il portavoce Motitz Kramer al Financial Times, "l'attuale valutazione del credito di tripla A è insostenibile nelle circostanze attuali".

Gli investitori cercano asset rifugio come titoli di stato, yen e oro. "Anche se le banche centrali agiranno rapidamente per garantire il funzionamento del mercato, l'impatto sui prezzi del mercato saranno ampie e rapide". La borsa di Londra sta tenendo a - 4,73%. Le regole Ue prevedono che solo il Paese che vuole uscire abbia, unilateralmente, la facoltà di avviare la procedura, che prevede almeno due anni di negoziati.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato