Salute

Carceri, detenuto distrugge cella a Palmi: la denuncia del Sappe

Carceri, detenuto distrugge cella a Palmi: la denuncia del Sappe”

Vicente Santilli, segretario regionale SAPPE per il Piemonte, snocciola i dati degli eventi critici accaduti nelle carceri piemontesi nell'anno 2015: "Le donne e gli uomini dei Reparti di Polizia Penitenziaria in servizio nella Regione hanno fronteggiato 439 atti di autolesionismo, hanno salvato la vita a 66 detenuti che hanno tentato il suicidio, sono stati coinvolti in 221 colluttazioni e 32 ferimenti". A livello regionale invece il sindacato autonomo polizia penitenziaria, Sappe, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri, traccia un bilancio della situazione delle carceri regionali.

Certo è che questa situazione si va ad annoverare ad una lunga lista di eventi critici che da tempo si assiste presso il carcere del capoluogo, fatta di violenze soprattutto nei confronti dei poliziotti da parte dei detenuti, senza delle vere e proprie prese di posizione da parte dell'Amministrazione Penitenziaria per sanare il problema, che pare ormai venga rimesso al solo sforzo dei poliziotti penitenziari, evidentemente considerati il "parafulmine" dei problemi, sottoposti a turni massacranti, dove un poliziotto assume l'onere di eseguire 3, 4 o addirittura 5 posti di servizio per far fronte alle esigenze di servizio. "Non si dimentichi che pochi giorni fa si sono verificati alcuni gravi episodi di violenza contro nostri poliziotti penitenziari". Il minorenne, in custodia cautelare per un reato legato allo spaccio di stupefacenti, che a seguito della visita psicologica effettuata all'ingresso è stato associato al regime ordinario di vigilanza, nel corso del breve periodo di permanenza presso il carcere non aveva mostrato particolari segnali di sofferenza ma nel pomeriggio di ieri, inaspettatamente, si è appeso per il collo con un lenzuolo legato alla grata della finestra del bagno. In tutti gli istituti manca il personale di polizia penitenziaria.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato