Esteri

Dal Sudamerica a Roccastrada: scoperta una centrale di smistamento della cocaina

Dal Sudamerica a Roccastrada: scoperta una centrale di smistamento della cocaina”

Un traffico internazionale di droga è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Pisa grazie a un'indagine coordinata dal sostituto procuratore Giovanni Porpora, la cosiddetta operazione "San Miguel".

La coppia grossetana, secondo i finanzieri, aveva il duplice ruolo di cliente e intermediario: una volta raccolto il denaro necessario per l'acquisto della cocaina, o lo consegnava di persona, o lo trasferiva tramite money-transfer al capo del cartello dominicano o a suoi collaboratori. Questi, incassate le somme, provvedevano a reperire la sostanza stupefacente (proveniente da Olanda e Colombia) e ad assoldare 'corrieri ovulatori' per il trasporto del carico.

I corrieri, una volta giunti sul territorio nazionale a mezzo aereo con destinazione Pisa o Roma, andavano nell'abitazione della coppia italiana dove espellevano gli ovuli. Poi la droga veniva tagliata e spacciata al dettaglio in tutto il Centro Italia. In carcere una coppia di Roccastrada che si riforniva direttamente in Sudamerica; il capo del "cartello" dominicano che vendeva la droga; due suoi complici in Spagna.

Agli indagati viene contestato di essere responsabili a vario titolo, in concorso tra loro, dell'importazione, a mezzo 'corrieri ovulatori', di ingenti quantitativi di cocaina da rivendere sul territorio italiano. In Italia, in soli tre mesi, la coppia era riuscita a portare ben 8 chili di cocaina pura per un valore 'allo spaccio' di 1 milione e 600 mila euro.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato