Italia

Decreto banche, "Sì" Camera alla fiducia

Decreto banche,

Il governo, con il ministro Maria Elena Boschi, ha posto la questione di fiducia sul dl Banche, nell'Aula della Camera. Secondo i piani del Governo il provvedimento dovrebbe essere convertito in legge, entro il 2 luglio.

Perché vi siano i rimborsi occorre che sussista una di queste due condizioni: reddito complessivo inferiore a 35.000 euro o un patrimonio mobiliare inferiore a 100.000 euro.

Gli altri possono puntare a un rimborso potenzialmente fino al 100%, ma devono percorrere la strada dell'arbitrato, con il quale andrà dimostrata la violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza fissati dal Testo unico della finanza. L'ok al Senato era arrivato il 9 giugno scorso. Le imprese, invece, incontrano nel provvedimento un ampliamento delle opzioni da seguire per la cessione dei crediti e un allargamento delle tutele assicurate ai creditori nelle procedure fallimentari. La prima misura rappresenta una garanzia del credito in cui il debitore, diversamente che nel pegno possessorio, non si spossessa del bene mobile.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato