Finanza

Dl banche: il Senato vota la fiducia al governo

Dl banche: il Senato vota la fiducia al governo”

In alternativa alla richiesta di indennizzo, per chi non rientra nei parametri previsti, è possibile avviare la procedura arbitrale.

Le modifiche sono di dettaglio. Rispetto alla versione iniziale cambia solo che a essere inferiori a 35mila euro non dovranno essere gli introiti del 2015 ma quelli del 2014 e si terrà conto non del "reddito lordo" ma di quello "complessivo".

L'altra novità introdotta dal Senato è l'allungamento dei tempi, da quattro a sei mesi, a disposizione delle vittime del Salva banche per presentare l'istanza per il rimborso forfettario dopo che il decreto sarà convertito in legge.

Via libera al decreto banche. Un ordine del giorno, accolto dal governo, stabilisce che i rimborsi erogati dal Fondo non saranno soggetti ad alcuna imposizione fiscale.

Fra le modifiche al testo c'era in particolare un emendamento che stabiliva come la vendita dell'immobile del debitore posto a garanzia estinguesse il debito anche qualora il ricavato della vendita risultasse inferiore all'esposizione debitoria.

Per quanto riguarda gli indennizzi agli obbligazionisti, resta immutato il problema evidenziato dal viceministro dell'Economia Enrico Zanetti: i criteri di accesso rimangono ancorati al reddito, cosa che rischia di "favorire chi vive di rendita".

Il provvedimento contiene, tra le altre, le norme per il rimborso agli obbligazionisti delle quattro banche fallite sul finire dello scorso anno (Etruria, delle Marche, Cassa di risparmio di Chieti e Cassa di risparmio di Ferrara). In base alle nuove regole, l'imprenditore che ha già restituito l'85% del finanziamento ricevuto avrà tre mesi di tempo in più per colmare un eventuale inadempimento.

Da sottolineare infine una novità riguardante l'Ecobonus: il credito d'imposta relativo al bonus del 65% sugli interventi di efficienza energetica sostenuti dal primo gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 di parti comuni degli edifici condominiali potrà essere ceduto sia ai fornitori che hanno effettuato i lavori che alle banche e agli intermediari finanziari.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato