Intrattenimento

Gomorra la terza stagione, cosa accadrà? Le anticipazioni

Gomorra la terza stagione, cosa accadrà? Le anticipazioni”

"Non sai quante volte avrei voluto essere un tuo amico per cambiare le tue parole e le tue azioni terribili, ma tu sei soltanto un personaggio, sei scritto, e allora ho rafforzato frequentandoti la compassione con la fervente speranza che guardando come hai distrutto la tua vita e quella degli altri". "Poi in uscita prossimamente un film dove sono protagonista con Michele Riondino 'Falchi' di Toni D'Angelo, una storia di violenza, crimine e riscatto; nel cast c'è anche Stefania Sandrelli".

Come abbiamo visto, i personaggi principali sono tutti stati uccisi o incarcerati, ad esclusione di O'Cardillo, Patrizia, Malamore, Pitbull e, appunto, Gennaro e Ciro. Sono i figli del Male e per questo vengono ingoiati dai loro padri come nella mitologia classica, come nel quadro di Francisco Goya Saturno che divora i suoi figli.

Gomorra affascina, attira, piace ma, nello stesso tempo, crea sgomento e disgusto nello spettatore che, conscio di osservare una realtà tangibile, resta spiazzato da tanto orrore. "Ci sarò anche io, farò un cameo, sarà una cosa molto simpatica". Infatti i nuovi episodi di Gomorra torneranno sul piccolo schermo a partire dalla primavera 2017.

Il finale della seconda stagione di Gomorra, così come avevamo pronosticato, lascia tutti con l'amaro in bocca, specialmente perché i fan della serie hanno dovuto dire addio ad uno dei personaggi più amati: Don Pietro Savastano. L'eredità di Don Pietro Savastano, però, sarà contesa da una parte da Genny e, dall'altra, da Patrizia. Un trasferimento che non mancherà di portare ulteriori polemiche: se finora la città di Napoli era rimasta sullo sfondo, con una narrazione per lo più concentrata su una sorta di 'universo parallelo' focalizzato sulle Vele, l'arrivo in città potrebbe ulteriormente 'scuotere' le anime gentili che vedono in 'Gomorra' un modello diseducativo per gli scugnizzi di quartiere. La regia è stata sontuosa, la fotografia ha fatto ulteriori passi da gigante ed è stata supportata da un comparto sonoro che ha scandito il disagio e la freddezza di Secondigliano.

Anziché decantare ancora tutti i lati positivi, preferisco parlare dei pochi lati negativi.

Conferme e addii nel cast. E chi non ha visto le ultime due puntate è pregato di non proseguire. Il primo volto che Salvatore Esposito ha dato a Genny Savastano in Gomorra è stato quello del "bamboccione", un po' introverso e un po' represso, un po' figlio di papà e un po' impacciato.

Siamo prossimi all'identico livello di assurdità che ha spinto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli a indignarsi per il vibratore di Scianel: l'oggetto erotico impugnato come un microfono dalla boss avrebbe di fatto imposto al mondo una immagine della donna napoletana "lurida e volgare".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato