Sport

Ischia in vendita, corsa contro il tempo per salvare la Lega Pro

Nuova formula dei play-off di Lega Pro. È stata varata la modifica ai playoff di Lega Pro. Otto squadre in tutto, quindi, che dalla prossima stagione (con tre gironi da 20) addirittura triplicheranno diventando ventiquattro, e saranno quelle classificate dal 3° al 10° posto di ogni girone.

Spareggi promozione per 28 squadre e Final Eight in campo netro.

Si è tenuta ieri pomeriggio la riunione del Consiglio Federale.

Il Consiglio Federale ha stabilito i criteri e le procedure per il ripescaggio nei campionati professionistici in vista della stagione agonistica 2016-17.

Dunque, nonostante la riduzione dai 300 mila ipotizzati ai 250 mila euro deliberati, poche formazioni di Serie D e le retrocesse dalla Lega Pro aventi diritto al ripescaggio saranno in grado di pagare o di rientrare in pieno nei parametri previsti, con particolare riguardo all'impiantistica. Una riduzione che, a cascata, interessa anche i ripescaggi nelle serie inferiori: così, per la serie D la tassa passa a 150 mila euro (era di 400 mila), per il campionato di Eccellenza sarà di 50 mila euro (era di 100 mila). La società rossoblu nelle recenti dichiarazioni pubbliche della dirigenza, ha infatti espresso più volte la volontà di volere tentare il ripescaggio qualora le condizioni lo avessero permesso.

Cambiano sostanzialmente anche le norme relative ai play off. Nella stagione che si sta concludendo erano riservati alle seconde ed alle terze classificate di ognuno dei tre gironi (da 18 squadre ciascuno) e da due delle migliore quarte.

Si tratta della metà dell'importo che, l'anno scorso, il Pordenone ha dovuto sborsare per ripartire immediatamente dalla Lega Pro.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato