Esteri

Istanbul, una strage con 36 morti e 147 morti

Istanbul, una strage con 36 morti e 147 morti”

Altri tre terroristi sarebbero in fuga e braccati dalla polizia turca.

Un altro attacco, il settimo nell'ultimo anno.

Spavento il massacro, perché al momento si parla di almeno 50 morti e 140 feriti.

PAURA NELLO SCALO Si sospetta che l'attentato sia stato compiuto da un commando di 7 persone legate all'Isis. Lo scalo è stato parzialmente riaperto stamane, ma il traffico aereo procede ovviamente a rilento.

Secondo la Cnn Turk, le esplosioni - alcune fonti parlano di due deflagrazioni e altre di tre - sarebbero avvenute agli arrivi del terminal internazionale dell'aeroporto Ataturk, il maggiore del Paese. Poi si sono fatti saltare in aria durante uno scontro a fuoco con la polizia. Tra gli almeno 60 feriti, ci sono anche agenti di polizia.

E' più grave di quanto sembrava all'inizio l'attacco all'aeroporto Ataturk, di Istanbul.

Decine di ambulanze si sono recate all'aeroporto per soccorrere i feriti e prestare le prime cure, mentre alcuni tassisti si sono offerti di trasportare i feriti in ospedale.

Le entrate e le uscite dell'aeroporto sono state bloccate ed è stata consentita la partenza solo agli aeromobili che già si trovavano sulla pista. E' li' che e' avvenuto l'attacco, mentre spari sono stati uditi anche in un parcheggio vicino.

"Purtroppo dieci persone sono state uccise, secondo un bilancio preliminare", ha dichiarato Bekir Bozdag, rivolgendosi al parlamento ad Ankara. Messaggi di solidarietà sono giunti alla Turchia da tutto il mondo.

C'è la mano dello Stato islamico dietro alla strage? Il premier Matteo Renzi: "Dobbiamo essere uniti contro il terrorismo". Ora, questo nuovo attentato rischia anche di dare il colpo di grazia al turismo, che a maggio aveva fatto registrare il crollo peggiore dal 1994.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato