Esteri

Mussolini vuota il sacco: il nostro obiettivo era far perdere Giorgia Meloni

Mussolini vuota il sacco: il nostro obiettivo era far perdere Giorgia Meloni”

Alessandra, già candidata sindaco a Napoli, poi deputata, presidente di commissione bicamerale, candidata governatore del Lazio e oggi eurodeputata di Forza Italia non è infatti riuscita a conquistarsi un seggio al consiglio comunale di Roma, l'altra sì.

Intervistata a Il Messaggero la Mussolini spiega: "Quando ci sono le imprese scomode e difficili, Berlusconi chiama sempre me e io, che gli sono affezionata e fedele, non mi tiro indietro".

Alessandra Mussolini, come suo solito, non usa mezzi termini: "La mia missione, per volere di Berlusconi, era impedire l'accesso della Meloni al ballottaggio".

Giorgia Meloni non la prende bene: "Per come sono andate le cose, e credo di conoscerle avendo partecipato agli eventi dei giorni convulsi in cui fu scelto il candidato di Roma", - replica - una parte del nostro partito riteneva che Marchini potesse rappresentare una figura coerente con le aspettative del nostro elettorato. E chiosa con una battuta nostalgica: "Fa un certo effetto vedere una Mussolini vantarsi di una badogliata".Il paragone col tradimento di Badoglio piace anche a Fabio Rampelli, capogruppo del partito alla Camera.

Nonostante la sconfitta, la Mussolini si sente invincibile, "sono stata una samurai contro la Meloni", il suo atto eroico lo definisce una "kamikazzata", sembra che Salvini e Meloni non abbiano fatto i conti con Super Mussolini che "li ha abbattuti" e ha fatto giustizia contro una "manovra anti-berlusconiana molto sgangherata". Fratelli d'Italia scatta ovviamente all'attacco della Mussolini e torna a chiedere spiegazioni a Forza Italia. Lo dice Giovanni Toti, consigliere politico di Berlusconi. Della nostra vita disponiamo noi, cara Giorgia.

L'asprezza delle parole di Storace deriva dalla certezza che "questa presunta leader che nel resto d'Italia raccoglie poca roba è stata capace di distruggere ogni speranza di riunificazione a destra". Senza telecamere si annoierebbe. La richiesta, rivolta a Forza Italia, è quella di smentire immediatamente, quella che viene definita una "operazione di killeraggio" fatta da "rottami arruolati nei bassifondi della politica".

Mentre Donzelli, coordinatore nazionale di FdI, minaccia addirittura di non fare più alleanze con Forza Italia: "Non permetteremo più che i complottisti del centrodestra prendano in giro gli italiani: il centrodestra è alternativo alla sinistra, nessuna alleanza con chi non condivide questo principio di base".

Si può riassumere così, con un clamoroso fail di Alessandra, la sfida tra le Mussolini. E se questo è quanto si dicono in pubblico, immaginatevi in privato...



Сomo è

Ultimo




Raccomandato