Italia

Pensionato di Rovigo soffoca la madre e si suicida

Pensionato di Rovigo soffoca la madre e si suicida”

Rovigo, 29 giu. (askanews) - Paolo Chiarioni, 65 anni, fratello maggiore di Daniele, sindaco di Occhiobello, in provincia di Rovigo, avrebbe ucciso, soffocandola con un lenzuolo, l'anziana madre Leda Bianchi, 88 anni, da tempo sofferente e costretta in carrozzina. Il dramma familiare si è consumato in mattinata nell'abitazione dove vivevano madre e figlio, una villetta nella frazione di Santa Maria Maddalena. La donna, che non abitava insieme al compagno, si era sentita al telefono con Paolo Chiarioni al mattino dandosi appuntamento per le 14 per andare a fare la spesa insieme. Sul posto i carabinieri impegnati nella ricostruzione dei fatti. Non immaginavo che si potesse arrivare ad una cosa del genere.

Pare confermato che l'anziana fosse affetta da varie patologie che le minavano la salute, ed era seguita dal figlio che però non riusciva più a gestire la situazione.

L'uomo avrebbe lasciato un biglietto - L'ultima persona ad aver sentito Paolo Chiarioni è stata la compagna. L'uomo invece è stato trovato nella propria camera al piano superiore.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato