Finanza

Uil: acconto Imu-Tasi per 25 milioni

Uil: acconto Imu-Tasi per 25 milioni”

A ricordare l'imminente scadenza, è il segretario confederale della Uil, Guglielmo Loy.

Per quanto riguarda invece i costi medi per le seconde pertinenze, a Roma si pagheranno in media 81 euro di acconto per una cantina (139 per il garage) e in totale 110 euro; a Milano 76 euro di acconto per una cantina (122 euro per un garage) e 99 euro in totale; a Bologna 68 euro di acconto per una cantina (123 euro per un garage) e 96 euro in totale.

Con l'abolizione della Tasi sulla prima casa i risparmi medi sono di 191 euro per 19,7 milioni di proprietari (203 euro nelle cittß capoluogo), con punte di 403 euro.

Per quel che riguarda Imu e Tasi 2016 ma anche la Tari, le sanzioni previste per chi paga in ritardo la rata sono abbastanza clementi ma solo nel caso in cui si tratti di un ritardo "breve"; secondo la classificazione del ravvedimento operoso se si versa la prima rata delle tasse sulla casa entro il 14° giorno dalla scadenza viene calcolato un plus dello 0,2% per ogni giorno di ritardo: si tratta quindi di un provvedimento "light" per chi per qualsiasi tipo di problema ha avuto un ritardo non previsto. Il 41% (14,5 milioni di persone) del totale dei contribuenti con redditi da lavoro dipendente e pensione (39,5 milioni di persone) possiede un immobile diverso dall'abitazione principale. "Questi dati emergono dal Rapporto Uil su Imu e Tasi 2016 elaborato dal Servizio Politiche Territoriali della Uil". Valori più "contenuti", invece, ad Asti con un costo medio di 580 euro (290 euro di acconto); a Gorizia con 582 euro (291 euro di acconto); a Catanzaro con 659 euro (330 euro di acconto); a Crotone con 672 euro (336 euro di acconto); a Sondrio con 674 euro (337 euro di acconto). Così se mediamente nell'ultimo anno una famiglia campione toscana ha pagato di tasse locali 1.847 euro, con un aumento di 260 euro tra il 2013 ed il 2015 e di 56 euro tra il 2014 ed il 2015, ad Arezzo questa cifra si è fermata a 1489 euro. In particolare Roma, Milano, Ascoli, Brescia, Brindisi, Matera, Modena, Potenza, Rieti, Savona, Siena, Verona, Vicenza hanno scelto l'aliquota dell'11,4 per mille; Macerata l'11,3 per mille; Terni l'11,2 per mille; Lecce e Massa l'11 per mille; Agrigento il 10,9 per mille; Caltanissetta il 10,7 per mille. Meno di tutte le altre città toscane. Punte di 2mila euro a testa, però, si registrano nelle grandi città.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato