Salute

Bonaccini, vaccini obbligatori a tutela

Bonaccini, vaccini obbligatori a tutela”

Assolutamente contraria a questo provvedimento l'associazione Comilva che ci fa sapere: "Questo provvedimento in avanzato stato di "composizione" è figlio del pensiero unico vaccinale: questo paradigma vaccinale ha oramai assunto la forma di una dottrina gelatinosa che avviluppa qualsiasi istanza che ne metta in discussione i principi, la vorrebbe inibire, tende a confonderla e a paralizzarla fino a soffocarla: il pensiero unico è il solo autorizzato da un'invisibile e onnipresente polizia dell'opinione, è il nuovo Vangelo che ha raggiunto un tale grado di arroganza, veemenza e insolenza che di fronte a un simile furore ideologico non è esagerato parlare di dogmatismo medico scientifico". Necessaria infatti una riforma visto che l'attuale norma vigente risale al 2000 ma le famiglie e le dinamiche sociali hanno visto dei cambiamenti che devono essere tenute in conto.

Tre sono gli assi di intervento: maggiore flessibilità organizzativa dei servizi, un sistema di accreditamento delle strutture educative semplice, introduzione della obbligatorietà delle vaccinazioni contro poliomielite, difterite, tetano ed epatite B per l'iscrizione. Alla luce di tutto questo è importante vaccinare per proteggere tutti i bimbi, e a maggior ragione i più deboli (immunodepressi, con gravi patologie croniche, affetti da tumori): "per loro l'unica possibilità di frequentare la collettività è che tutti gli altri siano vaccinati, per evitare che le malattie circolino e possano raggiungerli".

"Non è una fisima o un provvedimento dirigista - sottolinea il presidente della regione Stefano Bonaccini- lo facciamo con convinzione perchè abbiamo a cuore la salute dei bambini". Fra il 2009 e il 2010 è iniziata una graduale diminuzione, che si è accentuata particolarmente dal 2013 a oggi, passando dal 95,7 del 2013 al 93,4 del 2015, con una perdita di oltre due punti percentuali in soli due anni. L'Emilia-Romagna fa da capofila ma presto lo stesso provvedimento, incluso nella riforma dei servizi 0-3 anni, potrebbe presto essere adottato in altre Regioni. "I vaccini sono la tecnologia sanitaria piu' sicura che l'uomo abbia mai inventato", insiste Venturi. "Abbiamo raccolto molti consensi" e anche il ministero della Salute "è interessato a seguire l'evoluzione della nostra iniziativa".

All'ospedale di Rimini, ha ricordato l'assessore, c'e' un bimbo affetto da meningite da emofilo B, mentre e' noto il caso della bimba morta a Bologna lo scorso anno.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato