Sport

Sampdoria, Ferrero: "Tentativo con Balotelli. Cassano e Soriano..."

Sampdoria, Ferrero:

Di più non posso dire, perchè poi ogni cosa che dico viene amplificata troppo. "Come Cassano è nemico di Cassano", ha spiegato Ferrero. E' un grande giocatore rimasto agli anni '60, a Sapore di Mare. I passaggi più importanti sono però quelli che riguardano Mario Balotelli ed Antonio Cassano.

Ferrero fa gli auguri al suo vecchio tecnico Montella ("Dice che era tifoso del Milan da piccolo") e accoglie il nuovo, Giampaolo ("E' un animale da cortile come me, mi ha detto che darà alla Samp una chiara identità"). È stata una sua scelta spontanea. La Sampdoria ha una tifoseria meravigliosa, è una squadra storica da cui sono partiti tanti campioni. "Gli dico in bocca al lupo". Potrebbe ripartire da una squadra passionale come la nostra, ma è un po' confuso. E' commentatore? Quello è il lavoro suo, è bravissimo. Con Giampaolo andremo sicuramente nella parte sinistra della classifica. "Credo che con lui arriveremo tra i primi dieci in campionato, abbiamo una bella squadra". Vi ricordo che Sarri andava a lezione proprio da Giampaolo, per vedere come giocava. "Io Sarri l'ho incontrato a Firenze a casa mia e mi ero innamorato ma me l'avevano sconsigliato e c'ho rinunciato a malincuore".

Ferrero ha poi di fatto aperto ad una partenza di Soriano, annunciando l'addio di Cassano: "Soriano?"

Infine una battuta su Soriano: "Va dove lo porta il cuore". A gennaio stava per andare all'Inter. "Ci sono dei momenti in cui uno deve volare, è giusto che faccia la sua strada". Anche lui è un grande talento ma non credo che farà ancora parte del progetto. "Io una possibilità gliel'ho data e avete visto come è andata". Ora la possibilità si è conclusa. "Ho fatto decidere tutto ai miei collaboratori e mi sono trovato Zenga". Per questo, da amante del bel calcio, gli ho affidato la panchina della Sampdoria. Paredes, Castan? Possono essere obiettivi della Samp.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato