Italia

Truffa dei Tir, tre arresti nell'operazione "Di Francia"

Truffa dei Tir, tre arresti nell'operazione

L'inchiesta condotta dalla squadra di polizia giudiziaria della polizia presso la procura di Nocera parte dalla scoperta a Sant'Egido del Monte Albino di un deposito di merci contraffatte nel luglio 2014. Tali merci, destinate appunto a concerti sul territorio italiano, non avevano mai raggiunto la destinazione finale, in quanto oggetto di truffa e sottrazione da parte delle ditte incaricate della distribuzione.

Le indagini portarono all'identificazione di 21 persone ritenute responsabili a vario titolo di ricettazione, falso, sostituzione di persona e frode in commercio e al sequestro di oltre 1200 capi di abbigliamento, borse di note griffe, profumi, scarpe, bancali di vino, caramelle e cereali, provento di un furto in un deposito di Brescia e destinati al Cis di Nola. I membri del sodalizio si procuravano dati di ditte realmente esistenti e, quindi, sottoscrivevano un contratto di fornitura con l'azienda utilizzando, quale amministratore e prestanome un ex dipendente della stessa ditta facendolo presentare come responsabile import export con il nome finto di Marco Vanni. In particolare, determinanti per intercettare il carico sono stati i pedinamenti effettuati dagli agenti della Polizia di Pavia, dove risultava residente il milanese Enrico Oriani, precedentemente indagato insieme allo stesso Giacomo Di Franco per associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione: Oriani era stato di recente arrestato per rapine a tir. Qui l'esistenza di gruppi organizzati dediti in via esclusiva alla ricettazione di merci da vendere sul "mercato nero" è risultato fenomeno ampiamente diffuso.

Vasta operazione della Polizia di Stato che ha eseguito, su mandato del sostituto procuratore Vinci della Procura di Nocera Inferiore, 3 ordinanze di arresto a San Giorgio a Cremano, Melito e Pavia.

In questa fase prende corpo che viene, per comodità espositiva, denominato "DI FRANCIA" dal nome di chi, dalle risultanze investigative, risulta essere tra gli organizzatori (DI FRANCO Giacomo).

Nel corso delle operazioni e della attività tecniche è stato anche intercettato un carico di 1200 capi di abbigliamento COIN rubati da un deposito in provincia di Brescia e cheì, passando per il CIS di Nola, avrebbe dovuto essere recapitato ad un pregiudicato di Melito di Napoli, Raffaele Santaniello. All'operazione ha partecipato anche la polizia locale di Pavia con pedinamenti e appostamenti. E' stata sequestrata anche un notevole quantitativo di merce, dal valore di oltre 500 mila euro, che è stata restituita i leggittimi proprietari.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato