Sport

Giampaolo, mentalità ok ma non basta

Giampaolo, mentalità ok ma non basta”

Proprio della sfida contro gli uomini di Roberto Donadoni ha parlato quest'oggi in conferenza stampa l'allenatore blucerchiato Marco Giampaolo: "Il Bologna gioca insieme da un anno, dalle partite visionate è evidente che abbia consolidato delle idee - ha detto -".

"Ci sono aspetti che vanno migliorati, ma dobbiamo continuare a giocare così, con questa mentalità e con le nostre strategie di calcio".

L'allenamento mattutino di ieri della Sampdoria ha fornito alcune indicazioni importanti in ottica formazione: mercoledì è già tempo di Bologna-Samp, e al Mugnaini Giampaolo ha diviso il gruppo in due tronconi: palestra e lavori atletici per chi ha giocato, esercitazioni per gli altri.

I rossoblu sono reduci dalla sconfitta per 3-1 rimediata sul campo del Napoli, dove comunque hanno fatto vedere delle buone cose, mettendo in difficoltà una retroguardia solida come quella partenopea e confermando quanto di buono fatto contro il Cagliari. "Alle statistiche dopo poche partite non credo, è tutto da verificare". Pavlovic è out e li devo scegliere. "Dobbiamo migliorare in primis la qualità di palleggio perchè se sbaglio meno corro meno dietro gli avversari".

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Pereira, Silvestre, Dodò, Regini; Barreto, Cigarini, Linetty; Praet; Muriel, Budimir. Dodo è un giocatore che va scomposto e ricomposto. E' ancora giovane, ha tutte le qualità per ricoprire quel ruolo al meglio.

Nonostante l'impegno infrasettimanale, Giampaolo fa capire che le sue scelte non saranno dettate dal turnover: "Siamo gli unici a giocare ogni cinque giorni. Se la vinco la vince lui, se la perdo la perde lui". O meglio, i migliori undici per questa partita.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato