Italia

La Puglia ricorda Aldo Moro. Seduta commemorativa in Consiglio regionale

La Puglia ricorda Aldo Moro. Seduta commemorativa in Consiglio regionale”

"Dovere e possibilità della democrazia è interpretare la società".

"La figura di Aldo Moro è indissolubilmente legata, nella memoria di tutti gli italiani che oggi hanno più di 50 anni, all'orrore che avvolse il Paese il giorno della strage di via Fani e al dolore che segnò la conclusione, in via Caetani, di quei 55 giorni di angoscia".

È quanto affermato da Emiliano nella seduta straordinaria di ieri del Consiglio Regionale per celebrare il Centenario dalla nascita di Aldo Moro. Moro, ha sottolineato Mattarella, "attribuiva alle forze politiche una responsabilità propria: "Riportare allo Stato - sono parole sue - quello che dalla società deve necessariamente giungere allo Stato, perché la stessa autonomia della vita sociale sia opportunamente garantita e sviluppata". Il capo dello Stato ha aggiunto che In Europa "si avverte l'esigenza di uno slancio verso equilibri di pace".

Il meno dogmatico con i politici Per il presidente, Moro appariva tra i politici "il meno dogmatico", con una "leadership forte", sempre attento "all'ascolto delle istanze critiche, di esperienze inedite, di nuovi orizzonti". Moro, ha ricordato Mattarella, "non rinunciava ad affidare alla politica il dovere e il compito di indicare mete collettive, di guidare processi di innovazione". Mai, uno statista come Moro avrebbe consentito che le ragioni delleconomia prevalessero su quelle delluomo.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato