Esteri

Asili, videosorveglianza: ok della Camera al pdl sulla videosorveglianza

Asili, videosorveglianza: ok della Camera al pdl sulla videosorveglianza”

Il testo approvato oggi a Montecitorio passa ora all'esame del Senato. "La presente legge ha la finalità di prevenire e contrastare i reati in danno dei minori negli asili nido e nelle scuole dell'infanzia e delle persone ospitate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie per anziani e disabili, a carattere residenziale o semiresidenziale, nonché di favorire la raccolta di dati utilizzabili a fini probatori in sede di accertamento di tali reati", si spiega. Niente 'Grande Fratello', dunque. L'accesso alle registrazioni sarà infatti vietato a tutti, salvo che all'autorità giudiziaria nei casi previsti dal codice di procedura penale, ovvero per le indagini in caso di reati. In tutte le strutture la presenza di telecamere dovrà essere adeguatamente segnalata con vari cartelli. È comunque vietato l'uso di webcam.

I gruppi creati dai genitori avevano chiesto anche test psico-attitudinali per chi lavora con bambini, anziani e disabili, e la legge demanda al governo di preparare un decreto legislativo entro 12 mesi dalla sua approvazione. Ma di un occhio discreto, che sarà a disposizione dei pm in caso di necessità. Adesso il testo dovrà essere votato al Senato. Voce fuori dal coro, invece, Sinistra italiana, secondo cui il provvedimento "mina fortemente la costruzione della relazione di fiducia e di aiuto tra gli operatori e le famiglie", e con la videosorveglianza dei lavoratori "utilizza strumentalmente l'argomento della legalità" per giustificare il controllo a distanza. "Chi assiste le persone più vulnerabili ha il dovere di farlo al meglio, e per questo lo Stato deve garantire un percorso di formazione continua e permanente". Le immagini saranno criptate, quindi protette dalla visualizzazione da parte di terzi. Inoltre, potranno farlo solo "previo accordo collettivo con le rappresentanze sindacali unitarie" o, in mancanza di consenso, con l'autorizzazione dell'Ispettorato del lavoro.

L'art. 4 si occupa del monitoraggio del Parlamento.

La legge prevede l'obbligo di installazione di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso all'interno degli asili nido e delle scuole dell'infanzia, sia pubblici che privati.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato