Finanza

Canone Rai in bolletta, incassato "solo" un miliardo di euro

Canone Rai in bolletta, incassato

Sul canone Rai i conti non tornano. Nei prossimi giorni l'Agenzia delle entrate renderà pubblici i numeri ufficiali, ma nel frattempo si ragiona su un altro numero, diffuso dal ministero dell'Economia nella sua comunicazione sul fabbisogno di settembre: "Gli incassi fiscali hanno evidenziato una crescita di circa 2.400 milioni, che incorpora anche il versamento di quasi mille milioni per le prime rate del canone Rai da parte dei gestori delle utenze elettriche".

"Avrebbe fatto meglio il Governo a prevedere, assieme all'inserimento del canone nelle fatture della luce, l'eliminazione o una drastica riduzione della pubblicità sui canali Rai, in modo da equilibrare una situazione totalmente sproporzionata, che vede i cittadini costretti al pagamento di una imposta medievale a anacronistica" - conclude Rienzi.

Il canone Rai resta l'imposta più evasa d'Italia.

Nel dettaglio, le imposte dirette hanno registrato un gettito complessivamente pari a 154,917 miliardi di euro, in aumento del 3,7% (+5,493 miliardi di euro) rispetto allo stesso periodo del 2015.

Il dato, come detto, è inferiore alle stime contenute nel piano industriale di viale Mazzini che per l'intero 2016 prevedevano un incasso di circa 1,861 miliardi di euro di cui 1,764 miliardi verrebbero poi girati dal Tesoro alla stessa televisione pubblica. Secondo quanto comunicato dalla Ggil, nel calcolo vanno tenuti in considerazione l'1,2 milioni di utenti che hanno chiesto l'esenzione perché non possessori di TV, sommati ai 300 mila anziani esenti di diritto, inoltre va aggiunto l'8% che la Rai stima in evasione, in disaccordo con quanto comunicato dalle compagnie elettriche che la riducono al 4%.

Il trend sopra descritto, se confermato, porterebbe a un incasso 2016 intorno a 1,4 miliardi di euro, il più basso dal 2012.

Finalmente - ha affermato Marina Festa, Presidente dell'Adiconsum di Matera - l'Agenzia delle Entrate ha annunciato che nel caso di addebito errato del canone in bolletta il cittadino non è obbligato a pagare il tributo in anticipo ma può limitarsi al pagamento della sola quota relativa alla fornitura di energia.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato