Esteri

ROMA. Uragano Matthew: rintracciati gli italiani dispersi ad Haiti

ROMA. Uragano Matthew: rintracciati gli italiani dispersi ad Haiti”

E' per il momento di quattro morti il bilancio del passaggio dell'uragano Matthew in Florida: lo ha riferito la Cnn, che cita fonti locali, secondo due donne sono morte colpite da alberi sradicati dal vento, mentre altre due persone - un uomo e una donna - sono morti, colpiti da malore mentre si trovavano nelle loro abitazioni, a causa dell'impossibilità per i soccorsi di raggiungerli. Per quanto riguarda Haiti, l'UNICEF ha dichiarato che, purtroppo, si ha a che fare con la più grande crisi umanitaria degli ultimi sei anni: il punto di riferimento è il terremoto che, nel 2010, provocò la morte di 230mila persone.

Il presidente Obama è stato categorico: "Evacuate le aree a rischio, o la vostra vita sarà in pericolo".

Gli Usa hanno annunciato l'invio di una nave militare, la Uss Mesa Verde, con 300 Marines che si aggiungeranno ai 250 militari e ai nove elicotteri già dispiegati.

"La Croce Rossa ha messo a disposizione cellulari perché le persone si possano mettere in contatto con i parenti e segnalare dove sono", racconta all'ANSA Mariagiovanna Costa, delegata della Croce Rossa italiana ad Haiti.

Sul dramma di Haiti è intervenuto il Papa: "Assicuro la mia vicinanza alle popolazioni ed esprimo fiducia nel senso di solidarietà della Comunità internazionale, delle istituzioni cattoliche e delle persone di buona volontà", ha detto il pontefice prima di recitare l'Angelus dal sagrato di San Pietro.

Secondo gli esperti del centro uragani, Matthew continuerà a spostarsi verso nord lambendo la costa, per poi muoversi verso il nordovest e successivamente il nordest. Un movimento "a ferro di cavallo", che interesserà lo stato della Georgia e la Carolina del Sud tra Sabato e Domenica.

Matthew è stato declassato nella notte a tempesta di categoria 2 ma i venti continuano a spirare a 165 chilometri orari.

In Florida 600mila abitazioni sono già senza elettricità a causa dei danni alle infrastrutture provocati dai forti venti che cominciano a soffiare sullo Stato.

L'uragano Matthew flagella i Caraibi.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato