Salute

Salute: Obesity day invita a stili vita sostenibili, camminare per star bene

Salute: Obesity day invita a stili vita sostenibili, camminare per star bene”

Il progetto Obesity Day coinvolge i centri ADI (Servizi di Dietetica e Nutrizione Clinica, Servizi Territoriali, Centri Obesità) nel campo specifico della prevenzione e della cura dell'obesità e del sovrappeso. L'Azienda USl di Piacenza partecipa all'evento aprendo le porte della Nutrizione Clinica, di cui è responsabile Mara Negrati, ai cittadini interessati al problema.

Nonostante queste evidenze la prevalenza degli obesi sta crescendo, tanto da indurre gli esperti a credere che l'obesità' oggi debba essere ritenuta uno dei maggiori problemi di salute pubblica del nostro tempo. Sempre nella stessa fascia oraria sarà presente il chirurgo Edoardo Baldini, coordinatore del programma di Chirurgia bariatrica dell'Ausl di Piacenza, disponibile a fornire consulenze specifiche sul percorso chirurgico per l'obesità grave.

"L'obesità è una patologia e non un problema di estetico, come ribadiamo ormai da anni", ha ricordato Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione Adi.

Secondo i dati raccolti nel 2010 dal sistema di sorveglianza Passi, in Italia il 32% degli adulti è sovrappeso, mentre l'11% è obeso. In occasione dell'Obesity Day 2016, Ospedali Privati Forlì propone, per chi prenota nella settimana dal 10 al 16 ottobre, uno sconto del 20% sulle prestazioni del servizio, che vanno dalla definizione del profilo nutrizionale ad una consulenza alimentare completa attraverso esami di laboratorio, prestazioni ambulatoriali e consulenze dietistiche e medico-specialistiche, il tutto a comporre un vero e proprio "check up nutrizionale". Per quanto riguarda l'attività sportiva, fondamentale per il benessere di tutti e quindi anche dei piccoli, i dati raccolti rivelano che il 18% della fascia infazia si dedica ad attività fisiche per non più di un'ora a settimana, il 42% ha la TV nella propria camera e il 35% guarda la TV e/o gioca con i videogiochi più di 2 ore al giorno e solo un bambino su quattro va a scuola a piedi o in bicicletta. In particolare, secondo le indicazioni della campagna nazionale, si intende diffondere la filosofia della nuova "Piramide Alimentare Mediterranea" che concepisce l'alimentazione mediterranea come stile di vita quotidiano e non più come dieta. Alla base della nuova piramide non ci sono gli alimenti ma i comportamenti, come la convivialità, il movimento, il riposo, la biodiversità, la stagionalità dei prodotti e le attività gastronomiche. Perciò 'Camminare è salute': è una forma di movimento efficace.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato