Finanza

Petrolio in calo in vista del vertice OPEC

Petrolio in calo in vista del vertice OPEC”

Il prezzo del petrolio e' in netto ribasso, mentre si allontana la possibilita' di un accordo al vertice Opec di domani a Vienna.

È nell'interesse di tutti raggiungere un accordo per ridurre l'offerta.

A poche ore dal summit decisivo di Vienna in cui si doveva mettere nero su bianco, l'intesa rischia di diventare soltanto un lontano ricordo, come confermato anche dalle quotazioni del Brent che nelle ultime sedute è crollato del 4 per cento a 46 dollari al barile.

Naturalmente le sue dichiarazioni hanno alimentato immediatamente le polemiche e i dissapori tra i membri del cartello viennese e gli esportatori non-Opec, come la Russia di Putin, su chi dovrebbe tagliare la produzione e di quanto. L'accordo che i produttori OPEC tenteranno di trovare a Vienna sarà proprio volto ad un bilanciamento teso a riportare il prezzo del petrolio a salire.

L'Iran dunque non sembra essere per nulla disponibile a un taglio della produzione di greggio.

Nonostante i segnali negativi, comunque la volonta' negoziale non e' per niente spenta e a Vienna si susseguono riunioni tecniche per cercare una convergenza, mentre il ministro algerino del Petrolio, Noureddine Bouterfa si e' recato a Mosca, con il colega venezuelano Del Pino, per tentare una mediazione coi russi. "Nel complesso c'è un clima di ottimismo", ha sottolineato il ministro.

Primo taglio della produzione in 8 anni. Nessun tipo di negoziato sulla riduzione da parte dell'Iran ma soltanto un limite alla produzione totale tra i 32,5 e i 33 milioni di barili al giorno, senza ovviamente che siano toccate le quote iraniane. Al momento nulla è trapelato al riguardo. Se invece l'Opec non troverà la quadra, i prezzi inizialmente scenderanno verso i 40 dollari, per poi restare in media intorno a quota 45 dollari fino alla prossima estate.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato