Finanza

Petrolio, Opec taglia produzione: 1,2 milioni di barili in meno al giorno

Petrolio, Opec taglia produzione: 1,2 milioni di barili in meno al giorno”

Iran sta valutando la proposta Opec - L'Iran sta valutando la proposta di un taglio della produzione del petrolio da parte di tutti i paesi Opec. Alla fine di settembre, in un incontro informale ad Algeri, l'organizzazione aveva deciso di limitare le estrazioni a 32,5-33 milioni di barili di petrolio al giorno. Per il greggio quotato a New York si è trattato del più forte ribasso da due mesi. Nel primo caso il greggio estratto, secondo i calcoli della società di ricerca JBC Energy, passa da 10,55 a 10,06 milioni di barili giornalieri, nel secondo si dovrà fermare a 3,797 milioni di barili. Le indiscrezioni circolate nel pomeriggio su un taglio alla produzione da 1,2 milioni di barili hanno trovato conferma per voce del ministro del petrolio degli Emirati Arabi Uniti.

Nelle scorse ore, notizie poco rassicuranti sono arrivate dalla Russia, dove il governo fa sapere di essere disposto a contribuire al riequilibrio del mercato petrolifero mondiale, ma non con un taglio alla produzione, bensì con un congelamento della sua quota. E le quotazioni del barile sono letteralmente decollate.

Il contratto sul Light Crude americano balza dell'8,62% arrivando a 49,13 dollari al barile, mentre quello sul Brent a Londra sale del 79% a 51,58 USD/B. In cambio l'Iran avrebbe accettato di utilizzare le stime di produzione di fonti indipendenti, o "secondarie" come le definisce l'Opec.

Nel secondo trimestre del 2016, le aziende hanno ridotto la produzione di circa 930mila barili al giorno, secondo Morgan Stanley. Tuttavia Teheran non ha ancora annunciato alcun impegno a ridurre la propria produzione.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato