Esteri

Referendum, Renzi: voto non su di me ma conseguenze su governo

Referendum, Renzi: voto non su di me ma conseguenze su governo”

Ne chiederò conto è non farò sconti a nessuno.

Così il capogruppo Pd Michele Mazzarano ha riassunto il senso politico di quanto accaduto in seguito alla decisione di non ammettere l'emendamento al Bilancio che avrebbe consentito la deroga al DM 70 e lo stanziamento di 50 milioni di euro per l'assunzione di personale sanitario nella Asl di Taranto, nel corso dell'incontro che si è tenuto questa mattina nella sede del Consiglio regionale della Puglia e al quale sono intervenuti il segretario del partito e consigliere Pd Marco Lacarra, il presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, Donato Pentassuglia, Fabiano Amati, Ernesto Abaterusso, Ruggiero Mennea e il segretario provinciale del Pd di Taranto, Costanzo Carrieri. Io sono uno di quelli che vota sì, ma non avrei mai portato il Paese all'armageddon.

"Non si può partecipare ad una cerimonia di commemorazione dei caduti sul lavoro senza avere chiaro che l'impegno di tutti deve essere quello, come ha ribadito lo stesso Presidente Mattarella, di impedire che questi fatti si ripetano". "Questi soldi andranno a risanare Taranto e l'Ilva".

Dalla rete "Made in Taranto", il brand che è riuscito a "mettere in rete" centinaia di esercizi commerciali, studi professionali e aziende del territorio, nasce oggi il nuovo e innovativo progetto "Insieme per competere, insieme per Taranto" che, nella mattinata odierna (29 novembre) è stato presentato in conferenza stampa alla presenza dei professionisti che hanno già aderito.

E Boccia, per fortuna, sboccia: "Taranto era tra le 10 priorità della commissione Bilancio - dichiara -, c'era emendamento e c'era l'ok di tutti". In questa fase storica i grandi partiti hanno al loro interno leadership così forti da diventare sostitutive della classe dirigenti. Il Capo dello Stato, di cui ci fidiamo assolutamente, deciderà se ridargli il mandato o darlo a qualcun altro, ma, chiunque sia, si presenterà al Parlamento dove ci sarà la stessa maggioranza di prima. Quell'emendamento non ha avuto il benestare della Presidenza del Consiglio e di chi su quel tavolo rappresentava la presidenza del Consiglio. Quindi non capisco la polemica, perché i bambini di Taranto non meritano polemiche. Lasciamo perdere. Poi c'è la negoziazione con la famiglia Riva che porterà a restituire più di un miliardo alla città, credo che sarà un accordo molto importante che sigleremo nelle prossime ore.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato