Esteri

Torino, padre e figlia disabile trovati morti in casa: indagini in corso

Torino, padre e figlia disabile trovati morti in casa: indagini in corso”

I due sono stati trovati morti nella stessa stanza ed erano stati visti per l'ultima volta due giorni fa.

Morti, forse per un attacco cardiaco, a poche ore uno dall'altro: è al momento questa l'ipotesi che spiega i due corpi senza vita trovati in un appartamento al quinto piano di via Negarville 33, nella periferia sud di Torino. Gli esami dovranno ora accertare le cause della morte.

E' questa l'ipotesi avanzata dai carabinieri dai primi accertamenti.

"La ragazza era down ma conduceva una vita normale". L'uomo, che soffriva di diabete, sarebbe morto per cause naturali (il decesso del 72enne potrebbe anche essere legato alla mancata assunzione di insulina), mentre per la figlia la necessaria sicuramente l'autopsia. La famiglia Leone in passato sarebbe stata colpita da lutti: in particolare, qualche anno fa la sorella di Roberta si era suicidata. Roberta Leone, 41 anni, era a casa con l'influenza. La scoperta è stata fatta questa mattina da Angela Gasbarroni, moglie di Vito e madre di Roberta, che avrebbe poi dato l'allarme e chiamato suo fratello Tony. Vito era stato dipendente prima di Fiat poi delle Ferrovie, la moglie Angela ha sempre lavorato in Fiat.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato