Esteri

Addio A3 Salerno-Reggio Calabria, da oggi nasce la A2 Autostrada del Mediterraneo

Addio A3 Salerno-Reggio Calabria, da oggi nasce la A2 Autostrada del Mediterraneo”

"La consegniamo con un piano di miglioramento continuo", ha annunciato Gianni Vittorio Armani presidente Anas. "Il tracciato dell'autostrada A3 - spiega il sito Anas -, di estensione complessiva di 443 km, attraversa i territori della Campania (km 118), della Basilicata (km 30) e della Calabria (km 295) e le province di Salerno, Potenza, Cosenza, Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria". Con l'inaugurazione della Galleria Larìa, a Cosenza, viene oggi ufficialmente sancita la fine dei lavori sull'autostrada più discussa d'Italia.

"Un bel nome Autostrada del mediterraneo, l'automed che nasce qui stasera e ce lo ricorderemo". E' un appuntamento importante, resterà nella memoria non solo di questa terra ma del Paese. Paolo Gentiloni interviene all'inaugurazione della Salerno-Reggio Calabria e prende in prestito il titolo di un film di Massimo Troisi: "Scusate il ritardo".

463 kmdi strade, libere finalmente da tutti i cantieri, aperte al traffico veicolare, per i quali sono stati stanziati dall'Anas diverse centinaia di milioni di euro per l'ammodernamento tecnologico. "Questa autostrada sarà sempre sottoposta a miglioramenti ma adesso ciò avverrà a livello di standard europei". "Il merito va a tutte le maestranze e a tutte le persone che si sono impegnate per questo".

"Utilizziamo l'avvio dell' Autostrada del Mediterraneo come spunto per ridare speranza, combattere la rassegnazione e ridare fiducia a queste terre del Mezzogiorno".

"Salerno-Reggio Calabria, una promessa mantenuta con i cittadini".

Era ormai diventata una consuetudine riferirsi all'A3 come un disastro fatto di interruzioni, deviazioni e andatura lenta, specchio di una parte dell'Italia che fatica a decollare. Oggi in un certo senso dichiariamo guerra a un luogo comune che è stato simbolo dell'Italia che è quello della Salerno-Reggio Calabria. "Nella cultura ebraica il nome significa il destino, e cambiare nome - ha detto Delrio - vuol dire cambiare destino, voltare pagina". E si tratta di lavori che impiegheranno anni per essere completati: i 58 chilometri in futura manutenzione sono più del doppio dei 20 chilometri finali del terzo macrolotto su cui si sono concentrati gli sforzi del governo negli ultimi anni e che vedono la luce proprio oggi.

Un complesso sistema di connessioni wireless, con predisposizione alla futura posa di infrastrutture in fibra, consentirà alle automobili predisposte la ricezione di informazioni fondamentali, come lo stato della viabilità, i limiti consentiti ma anche eventuali incidenti e vie alternative.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato