Esteri

Finita la Salerno-Reggio Calabria: sarà la prima per "auto senza pilota"

Finita la Salerno-Reggio Calabria: sarà la prima per

Secondo lo stesso presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, non si tratta di un'inaugurazione nel senso stretto del termine, con tanto di taglio di nastro, ma di "un viaggio per dimostrare che l'opera esiste, l'infrastruttura è completa e si arriva comodamente da Salerno a Reggio Calabria". Il progetto prevede, tra l'altro, la posa di fibra ottica compatibile anche con le esigenze del 'piano banda larga' del governo. L'asfalto non è dritto e non è quello che doveva essere messo. Ignorando quanto la logora realtà presenta, il pensiero passa dalle idee più bizzarre possibili (quale, ad esempio, la celebre TAV Torino-Lione o il famoso Ponte sullo stretto), piuttosto che intervenire su ciò che realmente richiede un "restyling". L'itinerario Nord-Sud, originariamente identificato nella tratta A1 (Milano-Napoli), A3 (Napoli- Salerno) e A3 (Salerno-Reggio Calabria) oggi è di fatto composto da più segmenti autostradali, tra cui l'A1, la A30, il Raccordo Autostradale Salerno-Avellino RA02 e A3 Salerno Reggio Calabria, che non sono percepiti dal cliente stradale come un unico collegamento. Gli interventi si concluderanno nel 2020.

"Questa autostrada deve ritornare ad essere il simbolo di un Mezzogiorno onesto pulito che punta sul turismo, sui collegamenti, sulla qualità". Per noi - ha concluso il ministro - "questa è una giornata di grandissima soddisfazione e la vogliamo dedicare ai lavoratori che hanno perso la vita durante i lavori e alle loro famiglie". Nel pomeriggio è atteso il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a quella che viene definita "la presentazione del completamento della Salerno-Reggio Calabria". "Grazie a Matteo Renzi, Graziano Delrio e a tutti per il grande impegno". Così Debora Serracchiani, presidente della regione Friuli Venezia Giulia e vicesegretario del PD. E' quindi terminata la realizzazione dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria, ribadisce l'Anas con la chiusura dell'ultimo cantiere. "L'Italia è un grande Paese anche perché è un Paese affidabile, non sempre questo accade, ma quando ci prendiamo un impegno siamo capaci di mantenerlo". Gli interventi, del costo di un miliardo di euro, consisteranno nel rifacimento di pavimentazioni, barriere, illuminazione delle gallerie e degli svincoli e nella creazione di nuove piazzole per la sosta di emergenza.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato