Scienza

Fitbit vuole acquisire (e far "sparire") Pebble

Fitbit vuole acquisire (e far

Fitbit è in trattative per l'acquisizione di Pebble, stando alle informazioni anticipate dal sito The Intercept. L'azienda, cresciuta rapidamente dopo una campagna Kickstarter di successo per la realizzazione del suo primo smartwatch, non è riuscita a fare il salto di qualità. Pebble ha comunque promesso di rilasciare un nuovo aggiornamento sulla situazione nel mese dicembre, che aiuterà gli utenti a decidere se continuare a dare fiducia al produttore o chiedere il rimborso delle cifre già pagate.

Conosciamo Pebble poiché è una delle società più famose nella produzione di smartwatch. Al termine della raccolta fondi, la somma ha superato i 10 milioni di dollari. Citizen - marchio del mondo degli orologi - voleva acquistarla per 740 milioni nell'estate 2015, ma l'operazione fu respinta dall'AD Eric Migicovsky, il quale bloccò anche un'altra offerta di 70 milioni da parte di Intel. All'inizio dell'anno sono stati licenziati 40 dipendenti (25% della forza lavoro) e oggi l'azienda ha debiti per quasi 30 milioni di dollari. Nell'ordine, hanno lasciato i rispettivi incarichi l'head of product, Ital Vonshak, l'head of human resources and legal counsel, Jeff Hyman, e il vice president of software engineering Kean Wong. Il CEO ha rifiutato e ora il valore dell'azienda non supera i 40 milioni di dollari.

L'interesse di Fitbit è legato sia alle proprietà intellettuali del concorrente sia alla possibilità di ridurre la concorrenza, soprattutto se quest'ultima, come nel caso di Pebble, non sta navigando in ottime acque.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato