Sport

Garlasco, un giallo senza fine Alberto Stasi è innocente?

Garlasco, un giallo senza fine Alberto Stasi è innocente?”

Non è escluso che il caso di Chiara Poggi possa essere riaperto. A rivelarlo è una perizia privata fatta dalla famiglia dell'ex fidanzato della Poggi, condannato lo scorso anno a 16 anni di carcere con l'accusa di omicidio. La madre di Stasi confida ora nella clemenza dei giudici, così che, visti i nuovi importanti indizi, possano restituire la libertà a suo figlio: "Credo sia giusto e sacrosanto che mio figlio esca dal carcere". Secondo quanto spiega la mamma della ragazza, potrebbe persino essere quello di un amico di Chiara, una persona di cui lei si fidava, una persona che probabilmente avrebbe fatto entrare in casa senza troppi problemi.

La nuova perizia è frutto di una consulenza della difesa, rappresentata dallo studio Giarda, che ha incaricato una società di investigazioni di riesaminare gli atti dell'inchiesta. L'omicidio avvenne la mattina del 13 Agosto del 2007 nel paese di Garlasco, in provincia di Pavia, e le indagini portarono all'incriminazione di Alberto Stasi.

Non è di Alberto Stasi il dna trovato sotto le unghie della fidanzata Chiara Poggi. Alberto stava per laurearsi e se c'era una persona che più di ogni altra lo spronava e gli dava forza, che lo incoraggiava e lo appoggiava, quella era Chiara. Si amavano e avevano progetti in comune", si sfoga Elisabetta Ligabò, "ho combattuto contro le convinzioni dei tanti che a cominciare da qui, da Garlasco, subito avevano decretato la colpevolezza di mio figlio senza alcuna esitazione. Non ho creduto nemmeno per un istante a una sua responsabilità. "Il cromosoma Y identifica tutti i soggetti maschi appartenenti al medesimo nucleo familiare ed esso non è utilizzabile per identificare un singolo soggetto ma, piuttosto, una famiglia", ha asserito il professor De Stefano.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato