Esteri

Milano, il mondo della moda piange Franca Sozzani: aveva 66 anni

Milano, il mondo della moda piange Franca Sozzani: aveva 66 anni”

Una perdita assurda, per una donna minuta ma dalla forza incredibile che ha diretto per 28 anni una delle riviste di culto della moda, Vogue, ma non solo, anche nel momento del passaggio al digitale ha saputo creare la sua linea diretta con i lettori più giovani aprendo ai talenti con Vogue Talents e permettendo a tutti di poter partecipare alla realizzazione dell'enciclopedia della Moda con Vogue Encyclo.

Così diceva. Poi con la bacchetta magica dell'ironia, sottile e intelligente, e con l'abito dell'eleganza, innata e personale era sempre un po' più avanti di tutti. Sino all'ultimo ha combattuto contro il suo male e quello di altri.

Addio a Franca Sozzani.

Di decisamente italiano, però, aveva il tratto ribelle, anticonformista.

"Ciao Franca, la mia amica più cara". Sapeva conciliare alla perfezione il progressismo illuminato dei salotti milanesi e uno stile di vita ovviamente di livello altissimo. "Siamo il Paese più importante al mondo nel campo della moda". Il Black Issue del 2008, interamente dedicato alle modelle nere, ha avuto una eco globale, aprendo un dibattito affatto frivolo tra le sartorie e le passerelle di mezzo mondo. E neppure questo era un difetto, sia chiaro. O meglio la "direttora", l'alter ego italiano di Anne Wintour. Forse c'era anche un po' del direttore di Vogue in quel personaggio così iconico, fascinosamente prepotente, creativamente dittatoriale. La moda non è un gioco per bimbe indifese, ma per donne capaci di imporsi e di imporre. La compianta direttrice di Vogue Italia si è sempre schierata pubblicamente contro il razzismo e l'anoressia e ha affrontato temi delicati come la chirurgia plastica, la violenza domestica e il rispetto dell'ambiente. A settembre è stato presentato alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia il documentario Franca.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato