Esteri

Referendum, giudice: "Chi vota Sì è un fascista"

Referendum, giudice:

Una pratica in prima commissione per verificare eventuali profili di incompatibilità funzionale. "E' una cosa completamente diversa". "Nulla sarà come prima e voi sarete stati inesorabilmente dalla parte sbagliata, come coloro che nel '43 scelsero male, pur in buona fede", ha dichiarato ieri Caruso su Facebook, post ripreso dalla Gazzetta di Reggio, scatenando un vero e proprio putiferio e incassando il sostegno del Movimento 5 Stelle. Invece, conclude Caruso, "qui si e' preso un mio intervento e lo si e' pubblicato come se avessi parlato col giornale". D'altra parte la nostra costituzione si può permettere anche costoro.

Il post di Caruso era particolarmente netto: "Con la vittoria del sì non avremo più una Costituzione ma un atto di forza - ha scritto il presidente del Tribunale di Bologna - E chi vorrà spiegare la riforma e ragazzi, dovrà dire che questa riforma è fondata sui valori del clientelismo scientifico organizzato del voto di scambio della corruzione dal trasformismo con un governo che lega le provvidenze a questo o a quello al voto referendario". "Purtroppo da capo degli esponenti ex DC passati con il centro sinistra e da padre politico del ministro Graziano Del Rio, è convinto di rappresentare per Reggio Emilia un ruolo di "monarca assoluto" che nessun elettore reggiano ha mai a lui riconosciuto; pertanto, rigettiamo al mittente le interferenze sgradite e inopportune dell'ex deputato Castagnetti e difendiamo nuovamente la libertà di espressione di chiunque a favore delle proprie idee".

È la precisazione, in una nota, del presidente del tribunale di Bologna Francesco Maria Caruso, dopo i commenti al suo intervento per il 'Nò al Referendum. "Penso che quando è in corso uno scontro bisogna avere linguaggi e iniziative all'altezza altrimenti si perde".

Oltre al passaggio sulla corruzione, su Facebook il magistrato aveva scritto: "Si avvera la profezia dell'ideologo leghista Gianfranco Miglio che nel 1994 proponeva una riforma che costituzionalizzasse le mafie". Noi crediamo che tutto questo sia fuori da ogni logica democratica e non possono rappresentare la visione degli italiani compresi gli elettori del PD.

Addirittura, poi, "questa mattina giunge la notizia che il Csm abbia avviato la procedura per il trasferimento del giudice Caruso, un segnale gravissimo per una persona che ha liberamente espresso il suo pensiero motivando le sue posizioni e i suoi ragionamenti".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato