Esteri

Roma, Concertone e feste di Natale a rischio terrorismo: massima allerta

Roma, Concertone e feste di Natale a rischio terrorismo: massima allerta”

"Nessuna flessione nel dispositivo di vigilanza" antiterrorismo a Roma. A livello territoriale, i prefetti convocheranno i comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica, per valutare eventuali profili di rischio. Lo prevede la disposizione del capo della polizia, Franco Gabrielli, che l'ha concertata con il ministro dell'Interno, Marco Minniti. "Le zone attorno al Vaticano sono normalmente interdette al traffico e verranno rafforzati i servizi", ha aggiunto Basiloni, che ha spiegato che saranno regolamentati gli "orari delle operazioni di carico e scarico merci". Per il ministro, prima riunione d'urgenza del comitato nazionale dell'ordine e della sicurezza pubblica da quando ha assunto l'incarico di governo: si è svolta all'indomani della strage di Berlino.

Anche la sindaca della capitale, Virginia Raggi, ha garantito che "l'attenzione di tutti è per la sicurezza della città e allo stesso tempo anche per un sereno svolgimento di ogni attività, in modo che la sicurezza non venga percepita in maniera eccessiva".

Al prefetto ha fatto eco il questore di Roma Nicolò D'angelo: "Confermiamo i servizi del Giubileo". Nel capoluogo lombardo "le direttrici che saranno maggiormente presidiate sono quelle che vanno da piazza San Babila al Castello Sforzesco, passando da corso Vittorio Emanuele, piazza Duomo, via Dante", senza dimenticare i Navigli e piazza Duomo, dove - ha assicurato il prefetto - sarà profuso massimo impegno affinché il concerto di Capodanno "sia solo una grande festa e non motivo di altre preoccupazioni". "Bisogna garantire la sicurezza ma vivere la nostra vita senza particolari allarmismi". Resterà invariato anche il contingente dei 2.000 militari dell'Esercito che in questi mesi hanno sorvegliato gli 'obiettivi sensibili' a rischio di attentato.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato