Esteri

Salerno-Reggio Calabria cambia nome in Autostrada del Mediterraneo

Salerno-Reggio Calabria cambia nome in Autostrada del Mediterraneo”

Così si chiamerà la A3 Salerno-Reggio Calabria i cui lavori sono stati completati oggi. Lo ha annunciato il presidente dell'Anas, Gianni Vittorio Armani, durante la presentazione della fine dei lavori sulla Salerno-Reggio Calabria.

Reggio Calabria, diventa A2 - Autostrada del Mediterraneo. Ma è comunque il Paese più bello del mondo. "Cito un grande attore: scusate il ritardo", ha aggiunto Gentiloni ringraziando i cittadini per la pazienza dimostrata nell'attendere il completamento dell'opera.

"Per noi è una giornata di grande soddisfazione - ha detto Delrio all'altezza di Pontecagnano - la vogliamo dedicare a tutte le persone che hanno perso la vita in questi cantieri, dedicare a loro per rendere un'utostrada normale e moderna. Questa autostrada sarà sempre sottoposta a miglioramenti ma adesso ciò avverrà a livello di standard europei".

"Utilizziamo l'avvio dell' Autostrada del Mediterraneo come spunto per ridare speranza, combattere la rassegnazione e ridare fiducia a queste terre del Mezzogiorno".

Esulta per il risultato anche l'ex premier Matteo Renzi, che aveva fatto del completamento dell'autostrada una delle priorità del suo esecutivo, fissando la data dell'inaugurazione proprio oggi, 22 dicembre. "Nel 1964 - ricorda - il governo di centro-sinistra Moro-Nenni, con ai Lavori Pubblici un ministro calabrese, il socialista Giacomo Mancini, decise di finanziare la costruzione di un'autostrada, che collegasse il resto dell'Italia alla Calabria, regione fino a quel momento considerata "l'Isola nella Penisola" o "la terza Isola", perché gli aspri rilievi montuosi non permettevano di raggiungerla facilmente". Si tratta del progetto Smart Road che consentirà una comunicazione wireless tra autostrada-utente-veicolo. "E' vero che le infrastrutture non bastano a creare sviluppo ma senza infrastrutture non ci puo' essere sviluppo".

Un esempio è costituito dalla soluzione studiata dai progettisti per superare la strozzatura del Sirino, dovuta ad una impasse naturale (una massa franosa continua), che per oltre 40 anni ha costretto il transito su una carreggiata a corsia unica e che è stata superata grazie a due nuove gallerie naturali di concezione avveniristica. "Con oltre un anno e mezzo di anticipo consegniamo agli automobilisti un " autostrada che è allo stesso tempo un " opera di alta ingegneria e architettura al servizio del territorio".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato