Sport

Inter, Gagliardini: "Ringrazio Gasperini. Il mio idolo? Zidane"

Inter, Gagliardini:

Patrice Evra ha chiesto alla Juventus di essere ceduto per poter giocare di più e come confermato da Allegri in conferenza stampa sta prendendo tempo per decidere se accettare il trasferimento al Valencia. Quando ero piccolo mi piaceva Zinedine Zidane, anche se non ho le sue caratteristiche e non l'ho mai visto giocare dal vivo. Il bergamasco, classe 1994, ha raccontato in una lunga intervista dei suoi sogni, passioni, sensazioni e obiettivi che pensa di raggiungere con la maglia nerazzurra. Il calciatore ha inoltre espresso il suo sogno nel cassetto, cioè quello di diventare capitano, ma anche di segnare un gol nel derby, magari al 90'. "L'Atalanta, l'amore di una vita che non passa mai". Oggi ho fatto il primo allenamento col gruppo, è stato positivo. "Ora però mi ispiro a Pogba, è il massimo nel ruolo in questo momento, anche se in Italia il centrocampista più forte è Pjanic". Sono cresciuto negli allenamenti e questo mi ha permesso di essere qua.

Gaglia2

La mia esplosione? Mister Gasperini mi ha aiutato tantissimo, mi ha aiutato a fare il salto di qualità. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. Sono costato parecchio, lo so, più che un peso però per me è una motivazione in più per dare tutto. "Verratti? L'ho conosciuto in Nazionale, è un grande giocatore e sicuramente mi piacerebbe giocarci insieme". In fase di non possesso entrambi chiedono di accorciare e stare sempre sull'avversario. "Penso sia fondamentale e credo di avere la qualità di intuire prima dove arriverà il pallone, ma posso giocare anche come playmaker perché fa parte delle mie qualità far girare la squadra". "L'Inter per me è un punto di partenza perchè bisogna sempre migliorare ma anche un punto di arrivo perchè devo dimostrare di meritare una grande". Sono in un club importante per la prima volta e voglio dare tutto. Icardi? E' un campione, è stato capocannoniere della Serie A e fa gol a raffica: è il perno di questa squadra.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato