Sport

Juventus quasi al completo, Allegri: "Alex Sandro titolare, manca solo Chiellini"

Juventus quasi al completo, Allegri:

Devo verificare le condizioni di Chiellini perché ha avuto la febbre. "Altrimenti devo cambiare qualcosa, ma non cambierà il nostro atteggiamento". 'Alex Sandro sarà sicuramente titolare - ha proseguito Allegri - mentre l'innesto di Cuadrado non escluderà la presenza di Pjanic dal primo minuto'.

SNODO DEL CAMPIONATO - "Inizia un mese in cui abbiamo Fiorentina, Lazio, il Milan in Coppa Italia, Sassuolo fuori e l'Inter". I numeri sono dalla parte della Juventus, dall'altra parte ci sono delle cose che bisogna migliorare. Contro l'Atalanta ha giocato una bella partita: mi sono molto divertito in panchina, era piacevole vedere giocare la squadra, poi dopo il 2-0 abbiamo subito questo gol anche un po' inaspettato perché era una partita sotto controllo.

Poi si parla di mercato e Allegri, interpellato su Gagliardini e Bernardeschi, uno già reso dall'Inter e l'altro stella della Fiorentina e obiettivo degli stessi nerazzurri, risponde tra il serio e l'ironico: "Hanno due ruoli e caratteristiche diverse". Bisogna sapere anche fare la fase difensiva. I gol fatti sono importanti come quelli che non si subiscono.

Ma Firenze rappresenterà, come al solito, un ostacolo duro e le sorprese sono sempre dietro l'angolo: 'Contro la Fiorentina è una partita complicata perché per loro è sempre la partita dell'anno'. Difficile lasciare fuori Mandzukic? Abbiamo recuperato un giocatore importante perchè Asamoah è un giocatore di grande livello tecnico e fisico.

Allegri ha speso anche belle parole per Pjaca: "Un giocatore che l'altro giorno quando è entrato ha dimostrato grandi qualità fisiche e tecniche e quindi in ottica futura è un giocatore che diventerà veramente bravo è Pjaca".

EVRA - "La situazione non mi dà fastidio, con lui abbiamo parlato".

Mattiello e Mandragora sembrano invece destinati a restare: "Mattiello ha recuperato, ha preso una tranvata sul naso, gli hanno spaccato il naso, è stato operato e ha ripreso ad allenarsi. Anche io quindi sto aspettando la sua scelta, ma non dà alcun problema e non crea turbativa". In queste partite non dico che si deciderà il campionato, ma uscendo da queste quattro gare in una certa maniera avremmo chiaro il fatto di poter arrivare in fondo. Le prossime quattro partite saranno fondamentali per lo scudetto. "Ci penseremo tra dieci giorni".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato