Italia

Marito e moglie trovati morti in casa nel Ferrarese

Marito e moglie trovati morti in casa nel Ferrarese”

Hanno confessato il figlio sedicenne dei coniugi, Riccardo Vincelli, e un suo amico, di cui ancora non si conosce l'identità, ma solo l'età, è quasi 18enne. Entrambi i corpi sono stati trovati con sacchetti di plastica in testa. Erano in un corso d'acqua a Caprile, frazione adiacente a Pontelangorino, luogo del delitto, dove fino a qualche mese fa la famiglia Vincelli abitava e dove vive il presunto complice, che compirà 18 anni a novembre.

I cadaveri sono stati rinvenuti all'ora di pranzo: il corpo dell'uomo, un 59enne, in garage, quello della moglie in cucina. Il ritrovamento è avvenuto attorno alle 13. Messi sotto pressione, sarebbero emerse numerose incongruenze, nel racconto del figlio della coppia e dell'amico.

Ferrara - Svolta nella notte nell'inchiesta sul duplice omicidio della coppia di Pontelangorino, nel ferrarese, massacrata a colpi d'ascia. Ai due è stata contestata anche l'aggravante della premeditazione. Non si registrerebbero segni e ferite da difesa.Le forze dell'ordine, già dal pomeriggio di ieri, stanno sentendo i vicini di casa, così come i familiari per cercare di reperire elementi che possano far luce su quanto accaduto. Era stato lo stesso figlio a dare l'allarme, prima a una zia e poi ai carabinieri, in lacrime: diceva di aver trovato lui i corpi dei genitori. "E' un avvenimento che ha sconvolto tutta la comunità" ha commentato il sindaco di Codigoro, Alice Zanardi. R, di tredici anni, vive ancora con mamma e papà men tre il fratello maggiore, di sedici anni, studia a Torino dove vive con i nonni.I cadaveri di Salvatore Nunzia sono stati trovati prima dal tìglio e poi dai carabinieri di Ferrara e di Comacchio in due punti diversi dell'abitazione.

Italia e lei torinese, erano da poco tornati dalle ferie natalizie. In breve tempo sul teatro del duplice omicidio si sono precipitati i carabinieri con i colleghi della Scientifica, mentre i rilievi sono stati coordinati dal pm di turno, Giuseppe Tittaferrante. I media locali riferiscono che si tratta dei gestori di un ristorante conosciuto nella zona.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato