Esteri

Messina. Ylenia ribadisce l'innocenza dell'ex Alessio Mantineo

Messina. Ylenia ribadisce l'innocenza dell'ex Alessio Mantineo”

Stando alle prime indiscrezioni, il ragazzo si sarebbe presentato in Questura accompagnato dal suo avvocato dopo aver appreso che la polizia lo stava cercando da ore. "Lui è il mio amore - ha detto più volte la ragazza - ci volevamo bene", anche se ammette che "era focoso ma non violento".

Messina, la ragazza ustionata difende il fidanzato dalle accuse: "Non è stato lui, lasciatelo andare!". Il giovane, che è in stato di fermo per tentato omicidio, ha detto al gip che quella sera non era a casa di Ylenia e che, invece, si trovava a casa sua.

La vittima: "Non è stato lui" - La ragazza, 22 anni, è ricoverata al Policlinico con ustioni nel 13% del corpo e continua a difendere l'ex fidanzato: "Se uno ti ama non ti può fare questo".

La giovane è stata cosparsa di benzina e data alle fiamme sull'uscio di casa da quello che era stato il suo fidanzato e convivente per circa 3 anni, che tre mesi mesi fa lei avrebbe lasciato e che - stando a quanto ricostruito dagli inquirenti - non avrebbe accettato la fine della loro relazione. Ma gli investigatori non le credono.

Per la Procura di Messina l'accusa di tentato omicidio premeditato aggravato dalla crudeltà a carico del 24enne non è cambiata, neppure dopo la difesa dello stesso, da parte della vittima, dal suo letto d'ospedale. La ventenne ribadisce l'innocenza del suo ex. Il Gip non ha convalidato il fermo dell'indagato perché "non sussiste il pericolo di fuga", ma ha emesso nei suoi confronti un provvedimento cautelare in carcere perché ci sono "gravi indizi di colpevolezza" nei suoi confronti. Le indagini della squadra mobile sono coordinate dal procuratore aggiunto Giovannella Scaminaci e dal sostituto Antonella Fradà. Entrambi lavoravano come commessi anche se, attualmente, risultavano in stato di disoccupazione. Le ferite sono al fianco, la caviglia e la mano destra e la coscia sinistra', ha dichiarato Francesco Stagno Dal Contres, primario di Chirurgia plastica del Policlinico di Messina, dov'è ricoverata Ilenia: 'La paziente è arrivata alle 8.15 di ieri. Secondo la prima ricostruzione della polizia, il ragazzo le ha lanciato contro la benzina e le ha poi dato fuoco, scappando subito dopo.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato