Sport

Milan-Torino, Coppa Italia: I Convocati Ufficiali di Montella

Milan-Torino, Coppa Italia: I Convocati Ufficiali di Montella”

La mia intenzione è convincere i giocatori che si possa fare ancora di più.

Si comincia subito parlando della delicata sfida dentro/fuori di domani contro i granata di Mihajlovic: "Teniamo molto a questa partita e alla Coppa Italia, nel match di campionato la parata di Donnarumma sul rigore di Belotti fu decisiva e ci diede fiducia per le gare future". Anche il centrocampo e' molto tecnico, in attacco sono molto mobili. "I ragazzi sanno che arrivare in fondo in Coppa Italia è importante". "Qualcuno mi suggeriva di fare cambi prima: e pensare che è andata bene, figurarsi se fosse andata male", ha sorriso l'allenatore del Milan, notando che "la passione non scema e il calcio non finisce mai: tutti i giornalisti sono allenatori e anche ieri, al supermercato, ho visto che sono tutti allenatori". Sin dai primi giorni - ricorda l'ex Aeroplanino - ero ottimista, vedevo voglia di rivalsa.

Sul Torino: "È una squadra ben allenata e per vincere dovremo giocare al 100% delle nostre possibilità". "In tanti sono cresciuti, ma se devo fare un nome, dico Abate che è il capitano attuale e sta facendo molto bene". "Non era facile fare gol, è stato lucido", ha detto invece dell'attaccante, aprendo alla possibilità di giocare con due punte, dopo l'exploit di domenica del colombiano e Lapadula, che ha portato al gol vittoria sul Cagliari. Per quanto riguarda la formazione il mister non fa misteri: "Qualche cambio lo farò, ma non stravolgerò la formazione". "Con le due punte, abbiamo risolto la partita".

Questo però non vuol dire che il tecnico rossonero sia soddisfatto completamente della squadra a sua disposizione: "Mi confronto sempre con Galliani, il mio compito è dire cosa servirebbe dal punto di vista tecnico, ma poi c'è da tenere contro dell'aspetto economico. Calciomercato? Se ci sarà la possibilità miglioreremo la rosa". "Può darci una mano importante".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato