Italia

'Ndrangheta, sequestrati 5 milioni di beni a tre imprenditori

'Ndrangheta, sequestrati 5 milioni di beni a tre imprenditori”

La Dia di Firenze ha messo sotto sequestro un patrimonio del valore di circa 5 mln di euro riconducibile a tre imprenditori calabresi operanti in Toscana.

L'inchiesta, coordinata dalla Procura della Repubblica di Firenze, ha permesso di accertare non solo le enormi movimentazioni di capitali e investimenti immobiliari effettuati dai tre uomini, tutti frutto di reati fiscali a fronte di redditi dichiarati minimi, ma anche i legami con la criminalità organizzata calabrese.

Il provvedimento di sequesto è stato emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Firenze.

Infine, le indagini della Dia hanno evidenziato contatti tra i menzionati soggetti e gli appartenenti alla famiglia "Giglio", organici all'omonima 'ndrina dominante a Strongoli, nei cui confronti sono state fatte transazioni di denaro senza alcuna giustificazione lecita.

Spicca la vicenda di Sira Costruzioni Sas di Benincasa Vincenzo & c., con sede a Strongoli, di cui oltre il 50% del capitale è detenuto da Iuzzolino (con la moglie, le due figlie e il genero), mentre l'altro 50% è suddiviso tra Castiglione, Benincasa e i loro familiari.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato