Scienza

Pokemon Go: il gioco è stato bloccato in Cina

Pokemon Go: il gioco è stato bloccato in Cina”

Niente Pokemon GO per i cittadini cinesi.

Il blocco così deciso resterà finché una commissione apposita non avrà valutato tutti i rischi che ognuna delle app che fa uso di tale tecnologia.

Il team Niantic sta giocando bene le sue carte: dopo un periodo di dubbi su un eventuale e prematuro tramonto di Pokémon Go, l'applicazione è riuscita a rimanere a galla adottando le giuste contromisure, chiudendo uno scoppiettante 2016 e cominciando il 2017 con furore, grazie ai nuovi aggiornamenti introdotti e agli eventi creati ad hoc per l'applicazione, specialmente quelli natalizi.

La Cina non consente l'arrivo di Pokemon GO, ritenuto dal governo “troppo pericoloso”

La Cina ha ufficialmente vietato la distribuzione di Pokémon Go, il famoso gioco di realtà aumentata creato dal colosso giapponese Nintendo.

Per il momento, i rischi includono non meglio precisati "rischi di natura geografica", probabilmente correlati all'utilizzo da parte del gioco di Google Maps, anch'esso bloccato in Cina. È vero che, proprio perché appassionano così tanto, possono distrarre: si fa meno attenzione a cosa ci circonda e, se questo avviene in strada, c'è il reale pericolo di incidenti - più o meno gravi - per la persona.

Inoltre, grazie all'ultimo update che ha introdotto in Pokémon Go alcune creaturine di seconda generazione come le pre-evoluzioni conosciute come "baby Pokémon", la settimana del 26 dicembre ha registrato il più alto incasso in assoluto.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato