Finanza

Politici intercettati, due arresti. "Spiati anche Renzi e Draghi"

Politici intercettati, due arresti.

Tra gli "osservati", anche Stefano Bisi, Gran Maestro della Massoneria del Grande Oriente d Italia e altri appartenenti alla loggia massonica.Politici, istituzioni ma anche banchieri, studi professionali, imprenditori e alti prelati, dunque. Altri 'intercettati' sono Mario Draghi, l'ex premier Mario Monti, il comandante generale della Guardia di Finanza Saverio Capolupo, e poi il banchiere Fabrizio Saccomanni. Due gli arresti a Roma: due fratelli di 45 anni lui e 49 anni lei, residenti a Londra.

Le accuse per i due sono quelle di accesso abusivo a sistema informatico, procacciamento di notizie concernenti la sicurezza dello Stato e intercettazione illecita di comunicazioni informatiche.

L'inchiesta degli uomini del Cnaipic (il Centro nazionale anticrimine informatico della polizia postale) è stata soprannominata "Eye pyramid", proprio come il malware con cui i due avrebbero infettato i computer delle vittime per succhiarne le informazioni.

L'indagine ha preso le sue mosse dalla segnalazione al C.N.A.I.P.I.C. dell'invio di una mail, indirizzata a un amministratore di rilievo di un'infrastruttura critica nazionale, contenente il malware 'Eyepiramid' (da cui prende anche il nome l'operazione). Il malware abbreviazione per malicious software (software dannoso) - è un programma software usato per disturbare le operazioni svolte da un computer, rubare informazioni sensibili, accedere a sistemi informatici privati, o mostrare pubblicità indesiderata.

Un ingegnere nucleare e sua sorella sono stati arrestati dalla Postale per cyberspionaggio, per anni hanno spiato politici e istituzioni. Risultano spiati anche Daniele Capezzone, Vincenzo Scotti, Alfonso Papa, Michela Brambilla, Ignazio La Russa, Alfonso Papa, Paolo Bonaiuti, Walter Ferrara, Mario Canzio. Secondo quanto si apprende, con la collaborazione dei federali e della Cyber Division, gli impianti informatici sono finiti sotto sequestro.

L'indagine ha altresì permesso di ricostruire un complesso scenario fatto di 'società a scatole cinesi' nazionali e straniere, usate come paravento per l'acquisizione, in via anonima, di servizi informatici all'estero. Con la sigla POBU (Politicians Business), invece, venivano etichettati gli esponenti politici. È molto probabile, inoltre, che questa vicenda "non sia un'isolata iniziativa dei due fratelli ma che, al contrario, si collochi in un più ampio contesto dove più soggetti operano nel settore della politica e della finanza secondo le modalità" degli Occhionero.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato