Scienza

Addio al libretto di circolazione auto, ecco cosa cambia

Addio al libretto di circolazione auto, ecco cosa cambia”

La novità che era stata prevista dalla legge delega per la riforma della Pubblica Amministrazione, approvata ormai due anni fa dal Governo, dopo il complesso percorso del decreto attuativo, tra annunci, ritardi e modifiche, è adesso all'esame dei Ministeri della Pubblica amministrazione e dell'Economia e dovrebbe, nei prossimi giorni, arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri. Il risparmio ipotizzato dal vice ministro delle infrastrutture e dei trasporti, usando un solo documento certificante proprietà e circolazione al posto dei due attuali, ammonterebbe a circa 39 euro per l'automobilista e a una più snella ed efficiente gestione, unica, dei dati presso l'ente pubblico.

A breve il documento unico di circolazione potrebbe diventare realtà. Sarà rilasciato dunque un solo documento in sostituzione del libretto di circolazione e del certificato di proprietà.

In sostanza, l'unificazione dei due documenti andrà ad incidere sui costi necessari alla produzione e alla conservazione della documentistica stessa, dato che la semplificazione del lavoro agli organi competenti (Aci e Pra) pone fine ad un doppio lavoro che non ha mai avuto nessuna ragione logica, visto che per circolare liberamente nell'Unione Europea è sufficiente la carta di circolazione, mentre in Italia occorre portare sempre con sé anche il libretto di proprietà. Il costo infatti sarà di 61 euro contro i 100 che si pagano attualmente.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato