Italia

Unar: Scoop choc, il Governo finanzia festini gay?

Unar: Scoop choc, il Governo finanzia festini gay?”

Nel mirino della iena Filippo Roma c'è un finanziamento di 55 mila euro rilasciato a un'associazione dietro la quale - secondo la trasmissione - sarebbe occultato il business del sesso a pagamento.

La bufera ha investito Francesco Spano, direttore dell'UNAR. Le iene, telecamere nascoste al seguito, si sono infiltrate all'interno delle serate organizzate dall'associazione documentando - secondo quanto annunciato - incontri hard e offerte di prestazioni sessuali a pagamento in alcuni di questi circoli. "Nel caso, annulleremo questa assegnazione". Il Governo, in particolare, avrebbe finanziato molti soldi a favore di associazioni che formalmente si occupano di "sociale" ma in realtà avrebbero a che fare con la prostituzione omosessuale. E dovrebbero anche comprarsi una licenza. "Non ci sono soldi per occupazione giovanile ma per "associazioni" gay dove si prostituiscono si?" dice un utente.

"Esistono dei veri e propri listini, ogni cosa ha il suo prezzo" continua il testimone. E adesso la perversione raggiunge livelli inammissibili.

Sotto la lente di ingrandimento finisce l'Unar, Ufficio anti discriminazioni razziali all'interno del Dipartimento Pari opportunità della presidenza del consiglio, il quale ha il compito di sostenere la parità di trattamento e l'abolizione delle discriminazioni razziali, etniche e sessuali attraverso messaggi promozionali ed attività in partnership con associazioni no profit. "La notizia di finanziamenti a circoli e associazioni omosessuali dove si pratica, come visto nelle immagini, prostituzione maschile e nessuna attività culturale contro le discriminazioni per cui sono stati finanziati è di una gravità estrema e getta una luce inquietante su tutta l'azione dell'Unar, già famoso per essere intervenuto a censurare libere dichiarazioni di Giorgia Meloni e di altri parlamentari violando il dettato costituzionale". La "iena" Filippo Roma ha anche intercettato in un'intervista uno dei principali esponenti dell'Unar, il cui sito oggi è down: le risposte del dipendente sono state piuttosto vaghe, mosse da un evidente imbarazzo. "Fratelli d'Italia presenterà oggi stesso un'interrogazione urgente al Governo per chiedere la chiusura immediata dell'UNAR e le dimissioni del suo direttore Spano".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato