Finanza

Alitalia: referendum dal 20 al 24 aprile

Alitalia: referendum dal 20 al 24 aprile”

Si sono aperte questa mattina alle sei le urne, sette, di cui cinque all'aeroporto romano di Fiumicino, uno a Malpensa e uno a Linate, per confermare o rigettare con un referendum dei dipendenti Alitalia il piano che l'azienda ha di recente concluso con i sindacati, sotto la lunga mano del Governo (leggi qui).

Sul referendum Alitalia aleggia lo spettro Almaviva.

L'Associazione nazionale piloti, "dopo un'attenta valutazione dell'accordo firmato dalle organizzazioni sindacali in data 14 aprile 2017, darà indicazioni ai piloti dell'Alitalia di votare no al referendum".

Nella riunione di oggi è stato anche definito il quesito referendario. Un finale a cui non credono alcuni sindacalisti come il responsabile dei piloti della Uiltrasporti, Ivan Viglietti, che si è apertamente schierato per il "no", "una posizione personale e non dell'associazione", ci ha tenuto a sottolineare lo stesso segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi.

Anche i sindacati tradizionali di categoria appaiono timidi nel sostenere le ragioni dell'intesa e probabilmente non organizzeranno assemblee per spiegare ai lavoratori il preaccordo raggiunto con l'azienda. "La sua è una posizione espressa a titolo personale", si è affrettato a commentare Tarlazzi.

Il pre-accordo prevede il ricorso a una serie di misure volte a ridurre i costi e ad evitare gli esuberi del personale, in particolare gli esuberi complessivi scendono a quota 1.700 dai 2.037 preventivati mentre quelli del personale a tempo indeterminato si riducono a 80 unita' dalle iniziali 1338 ed il taglio al costo del lavoro scende dal 30 all'8%.

Il referendum dei dipendenti dell'Alitalia inizierà giovedì 20 aprile alle ore 6 per chiudersi alla mezzanotte del 24. Nelle altre sedi le schede saranno raccolte dai delegati regionali. Da definire anche il quesito da sottoporre ai 12.500 dipendenti della compagnia.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato