Italia

Amatrice, basta selfie sulle macerie o mi incazzo

Amatrice, basta selfie sulle macerie o mi incazzo”

A spiegare il suo intervento è stato lo stesso Pirozzi: "Stamattina ho sorpreso e cacciato via in malo modo delle persone che si stavano fotografando accanto alle macerie".

Lo chiamano turismo dell'orrore, del macabro. Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, durante una diretta del Tg3 dal comune distrutto dal terremoto del 24 agosto, si è scagliato contro chi si reca nei luoghi del sisma per una macabra forma di turismo. E il sindaco ora dice basta. "Nessuno venga a farsi le foto sulle macerie di questa terra".

Se dopo i due sismi è vero che il turismo di quello che un tempo era un graziosissimo paesino è crollato, l'intenzione del sindaco è quella di non perdere la speranza. "Invito la gente a venire qui per vivere le nostre montagne che sono straordinarie.". Queste le parole del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che su Twitter ha scritto: "Tutta la solidarietà possibile a Sergio Pirozzi: non si trasformino le tragedie e il lavoro di questi mesi in curiosità o souvenir".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato