Finanza

Auto: Europa cresce, +10,9% a marzo

Auto: Europa cresce, +10,9% a marzo”

L'incremento delle immatricolazioni è stato del 10,9% per un totale di quasi due milioni di unità.

Le vendite di Fca sono aumentate a marzo in quasi tutti i principali mercati europei: in Italia del 21,6% in un mercato cresciuto del 18,2%, in Francia del 17,5% rispetto al +7,1% del mercato, in Spagna del 18,6% in un mercato che ha segnato +12,7% e soprattutto in Germania, dove in un mercato in crescita dell?11,4% Fca ha registrato un balzo del 36,8%.

Le immatricolazioni di auto in Europa, area Ue + Efta, hanno segnato un rialzo dell'11% circa a marzo con Fiat Chrysler (Fca) che fa meglio del mercato.

Fiat 500 e Fiat Panda (quota di mercato complessiva al 30,4% nel primo trimestre) mantengono la palma di city car più vendute fra i Paesi UE; Fiat 500L è il modello più venduto nel proprio segmento (quota di mercato del 20,1%).

Il numero di vetture vendute nei primi tre mesi dell'anno sale così a 4.256.202, con un incremento dell'8,2% nel confronto anno su anno che l'Acea attribuisce anche al calendario festivo: l'anno scorso Pasqua era caduta a marzo.

L'Aniacam (l'Associazione spagnola degli importatori) stima una chiusura dell'anno a 1.250.000 nuove immatricolazioni, corrispondenti ad un +9% rispetto al 2016.

Dal mercato europeo dell'auto arrivano indicazioni decisamente positive. Segno positivo per tutti i marchi: Alfa Romeo +45,7%, Fiat +17,1%, Lancia +15,2%, Jeep +8,5%. Risultati positivi per il marchio in Italia (vendite in aumento del 46,1 per cento), in Germania (+87,7 per cento), in Francia (+34 per cento), nel Regno Unito (+8,8 per cento) e in Spagna (+67,8 per cento).

Il marchio di lusso Maserati ha immatricolato 1.364 vetture e 3.091 nel trimestre. In ogni caso, in termini di volumi, questo marzo è risultato un mese record. Il 1° trimestre si chiude, quindi, in Germania con 844.684 immatricolazioni, il 6,7% in più rispetto alle 791.424 del 1° trimestre 2016, miglior risultato dal 2000. "Le scelte politiche di stimolo al rinnovo del parco, come ora la VED in Gran Bretagna, saranno vincenti e richiamano attenzione sull'opportunità per il mercato italiano di accelerare lo smaltimento del parco anziano se si riuscisse a realizzare un coordinamento tra i provvedimenti sulla mobilità, sovente presi in forma estemporanea ed emergenziale".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato