Esteri

Borsellino, ergastolo ai boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino. Condannati falsi pentiti

Borsellino, ergastolo ai boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino. Condannati falsi pentiti”

E' uno degli aspetti della sentenza del "Borsellino quater" che stasera a Caltanissetta ha condannato all'ergastolo due boss, a 10 anni due falsi pentiti e deciso il non luogo a procedere per il terzo, Scarantino, il 'picciotto della Guadagna', per intervenuta prescrizione.

Confermata la richiesta dell'accusa, dunque, per i due principali imputati; per Scarantino invece la Procura aveva chiesto 8 anni e sei mesi, mentre per Andriotta e Pulci 14 anni di reclusione ciascuno. I giudici hanno dichiarato estinto per prescrizione il reato contestato a Vincenzo Scarantino pure lui imputato di calunnia.

Madonia, capomafia palermitano della cosca di San Lorenzo, sarebbe stato tra i mandanti dell'attentato. Prescritto, invece, Vincenzo Scarantino. Ergastolo per Madonia e Tutino, accusati di strage.

Le accuse dei falsi collaboratori di giustizia Pulci e Andriotta sono state fondamentali per le loro condanne: da qui la contestazione della calunnia. Davanti alla Corte d'Assise di Caltanissetta è infatti in corso il quarto processo sull'uccisione del magistrato e dei cinque agenti della sua scorta ed a parlare nella giornata odierna, è stato anche il procuratore Capo di Caltanissetta, Amedeo Bertone, replicando alle critiche mosse nella sua arringa dall'avvocato Fabio Repici, legale di parte civile di Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso da Cosa Nostra.

La strage di via d'Amelio nella quale perse la vita Paolo Borsellino, simbolo italiano della lotta alla mafia - al pari del collega Giovanni Falcone - resta un caso ancora del tutto aperto, a distanza di 25 anni. "Sono esternazioni che respingiamo al mittente", ha detto oggi in aula Bertone, ribadendo il lavoro fino a questo momento compiuto.

"La prospettazione accusatoria ha retto, siamo soddisfatti". Per il procuratore di Caltanissetta Amedeo Bertone sulla strage di via d'Amelio "ci sono ancora dei buchi neri". "Non so se ci sarà un altro processo, ma ci sono temi che devono essere ulteriormente sviluppati e l'esito del processo offre spunti per altri approfondimenti".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato