Salute

Maxi-ordine di farmaci, errore milionario di Estar

Maxi-ordine di farmaci, errore milionario di Estar”

Con riferimento alle notizie divulgate circa gli errati ordini del prodotto Sovaldi, l'Estar (Ente di supporto tecnico amministrativo regionale) comunica che, a seguito dell'incontro di oggi, Estar e Gilead Sciences hanno concordato la risoluzione della questione, prevedendo il ritiro da parte del fornitore del quantitativo di Sovaldi eccedente i fabbisogni di Estar, previa definizione dei dettagli operativi. Il farmaco è carissimo e di recente sono entrati in commercio prodotti simili più a buon mercato. E la concorrenza, come (quasi) sempre accade, ha inevitabilmente prodotto l'effetto di far scendere sensibilmente i prezzi, in "combinato disposto" con l'annuncio di Aifa di non voler più dare la rimborsabilità al Sovaldi ma di metterlo in fascia C. La Toscana in questi mesi l'ha utilizzata pochissimo, proprio per averla sostituita con farmaci più nuovi, ma per alcuni pazienti può essere ancora utile: per questo aveva deciso di ordinarne 90 confezioni.

A quanto pare la Gilead, notato l'ordine anomalo, avrebbe segnalato ad Estar la stranezza ma la mail sarebbe arrivata a un indirizzo sbagliato per poi finire nel cestino. Comunque sia, l'azienda produttrice ha preso la mancata risposta come la conferma che tutto fosse regolare e ha inviato i medicinali al magazzino. Gilead ha scritto all'assessorato alla Salute per raccontare la vicenda. "Così si è chiesto ad Estar di risolvere al più presto".

Come sia avvenuto l'errore e chi lo abbia commesso non è stato reso noto. Da una parte, infatti, Estar insiste per annullare l'ordine e ovviamente non effettua il bonifico, dall'altra Gilead tiene il punto, rimarcando che ormai la fornitura è stata portata a termine con la consegna dei farmaci.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato