Esteri

"Blue Whale", 20enne milanese indagata per istigazione al suicidio di 12enne

C'è il primo caso, in Italia, di una persona iscritta al registro degli indagati per la "Blue Whale", il gioco suicida che avrebbe preso piede in Russia per poi estendersi (anche se i presunti casi sono tutti da verificare) in alcuni Paesi dell'Occidente.

Il suo è solo uno dei tanti fascicoli che si sono accumulati sul tavolo per magistrato nelle ultime settimane. Nei prossimi giorni si terrà un accertamento irripetibile per stabilire il tipo di messaggi inviati e se davvero la 20enne ricopra il ruolo di curatore del gioco: ovvero colui che spinge altri alle sconsiderate prove di coraggio. riproduzione riservata ®. Certo è che le segnalazioni stanno continuando a arrivare.

Intanto, Procura e pm minorili di Milano hanno adottato un protocollo d'intesa: in particolare, i secondi in prima battuta dovranno sentire i genitori delle vittime per inquadrare il contesto in cui vivono, gli eventuali disagi e problemi.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato