Salute

Botulino nel cibo di casa, due ragazzi in rianimazione

Botulino nel cibo di casa, due ragazzi in rianimazione”

I medici avrebbero avuto fin da subito il sospetto che si trattasse di botulismo e ciò è stato confermato dalle analisi cliniche fatte ai due ragazzi.

Entrambi sono ricoverati da ieri mattina nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, città dove entrambi i giovani vivono per ragioni di studio. E' accaduto però qualcosa di inaspettato.

Botulino: due in rianimazione Un 26enne e un 21enne, originari di Viterbo e Lecce, e residenti nella zona di Monteluce, sono arrivati domenica in pronto soccorso con gravi sintomi di intossicazione: vertigini, nausea, vomito. A causare i malori ai due studenti fuori sede, secondo quanto rende noto l'ufficio stampa dell'azienda ospedaliera perugine, sarebbe stata un'intossicazione da botulino, poi confermata dai test, dovuta probabilmente al consumo di conserve casalinghe non perfettamente sigillate o cibi mal conservati. Sul posto sono stati sottoposti ad una serie di accertamenti per comprendere le cause del malore.

Aggiornamento A seguito di intossicazione alimentare, la direzione sanitaria comunica che le loro condizioni " sono stazionarie con prognosi riservata". Per evitare i rischi del botulino occorre prestare particolare attenzione alla corretta conservazione degli alimenti, soprattutto (ma non solo) di quelli preparati in casa.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato